Scudetto in campo neutro: l’ipotesi della Lega, dove giocherebbe la Juve?

La Lega Serie A vuole provare a chiudere il campionato a tutti i costi, l’ultima idea di Dal Pino e De Siervo

lega serie a scudetto campo neutro

La Lega Serie A valuta diverse opzioni per provare a portare a termine la stagione e tra queste c’è quella di far giocare le squadre delle zone maggiormente colpite dal contagio in campo neutro. È quanto scrive oggi il Corriere dello Sport, ma se si giocasse a porte aperte alla ripresa “casualmente” sarebbe avvantaggiata la Lazio, che potrebbe continuare a scendere in campo nella capitale, mentre Juventus, le milanesi, l’Atalanta, o il Brescia dovrebbero trovarsi un’altra casa. Al netto della Juve, che sostanzialmente ha tifosi in ogni angolo dello Stivale e giocando magari al Sud (in passato ci sono stati esperimenti a Palermo), le altre sarebbero indubbiamente svantaggiate e la lotta sarebbe imparti anche per la zona retrocessione, non solo per l’assegnazione dello scudetto.

Serie A: scudetto in campo neutro e senza tifosi?

A meno che non si decida di finire la stagione completamente a porte chiuse e in questo caso sarebbe garantita quantomeno la parità di trattamento e i calciatori potrebbero rimanere in ambienti, almeno sulla carta, più sicuri dal punto di vista dei potenziali contagi. Insomma, il presidente della Lega Calcio Dal Pino e l’ad De Siervo non escludono niente a priori, mentre il presidente della Figc Gravina parla di diverse opzioni per l’assegnazione dello scudetto se non si giocasse più (quali?).

Tre opzioni di calendario per l’Uefa

Oggi, intanto, ci sarà l’attesissimo meeting in videoconferenza organizzato dall’Uefa con 55 federazioni: sul tavolo le tre ipotesi per il calendario di leghe e coppe europee, dalla più ottimistica che prevede la ripartenza a metà maggio (praticamente impossibile visto che ci sono squadre con giocatori in quarantena fino a metà aprile o che sono all’estero e al rientro dovrebbero rimanere ancora 14 giorni in isolamento), a quella “di mezzo” (via a fine maggio-inizio giugno) fino ad arrivare alla più pessimistica (inizio entro la fine di giugno).