Scommessopoli, arrestato Masiello

Come anticipato qualche giorno fa da Enrico Mentana nel corso del TG di La7, sono arrivati questa notte i primi arresti su richiesta della procura di Bari che sta indagando sul calcioscommesse. In tutto gli indagati sono 20, tra i quali nove ex calciatori biancorossi e tra le nove partite truccate di serie A c’e’ anche il derby Bari-Lecce (finito 0-2) che permise ai giallorossi di salvarsi. Secondo quanto trapela dalla procura, i provvedimenti restrittivi dovrebbero riguardare al momento solo alcuni degli indagati, tra cui Andrea Masiello, attualmente all’Atalanta.\r\nIl nome di Masiello, assieme a quello di Fabio Giacobbe e Giovanni Carella, sui amici scommettitori arrestati dai Carabinieri nell’ambito dell’inchiesta barese sul calcioscommesse, compaiono in particolare in alcuni verbali di interrogatorio relativi alla gara Bologna-Bari del 22 maggio 2011, finita 0-4. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Giacobbe e Carella andarono in auto a Bologna per incontrare probabilmente il difensore della squadra emiliana, Daniele Portanova, per tentare con questi un accordo per truccare la partita.\r\nSecondo il legale dei due, invece, gli uomini si recarono sì a Bologna ma non per truccare la partita, ma per trovare un locale in previsione dell’apertura di una pizzeria. Inoltre, secondo il legale, in due anni Giacobbe e Carella hanno effettuato complessivamente quattro scommesse, tre perse ed una vinta.