in

Sarri vola in Grecia da Ronaldo per consegnarsi?

sarri ronaldo

Maurizio Sarri ha ribadito nella conferenza stampa di presentazione di voler parlare con “2-3 giocatori della rosa per condividere”. Il nuovo tecnico della Juventus ha deciso di utilizzare un approccio soft per entrare nello spogliatoio bianconero, perché l’esperienza gli ha insegnato che le imposizioni non sempre rappresentano la soluzione migliore. Dopo aver parlato con la dirigenza, dunque, l’allenatore nato a Napoli ma cresciuto in Toscana, raggiungerà Cristiano Ronaldo a Costa Navarino.

Sarri alla corte del Re

Sarri trascorrerà una giornata con CR7 e famiglia, ma alcuni giornali non escludono che il nuovo allenatore bianconero non si trattenga da quelle parti per tutto il weekend. In attesa di capire quali saranno gli altri giocatori con cui il “comandante” si confronterà (sicuramente ci sarà capitan Chiellini), la visita in Grecia sta già facendo molto discutere. Ok condividere, infatti, ma c’è chi sostiene che Sarri stia sostanzialmente andando a “consegnarsi” a Ronaldo. Il tecnico vuole conoscere impressioni relative allo spogliatoio, ma anche aspettative di impiego da parte del calciatore più forte al mondo. È normale, ma addirittura andarlo ad incontrare come un re semrba essere eccessivo.

Il colloquio non sarebbe potuto avvenire ad inizio del ritiro alla Continassa o magari anche telefonicamente? Perché tutti questi ossequi? Il rischio concreto è che venga interpretato come un segnale di debolezza da parte dell’allenatore con il 34enne portoghese che diventerebbe sostanzialmente il capo in pectore dell’ambiente. Un rischio calcolato anche da parte della dirigenza che ha dato il via libera alla visita di cortesia? Chi vivrà vedrà, disse Nedved, ma forse in questo caso la proprietà avrebbe dovuto ribadire le gerarchie, magari richiamando Ronaldo a far visita al nuovo tecnico.

Jmania.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.