Sarri: “Ronaldo partirà da sinistra, Pogba mi piace molto”

sarri juventus tottenham conferenza stampa

Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Tottenham, prima amichevole estiva dei bianconeri. Il nuovo tecnico dei campioni d’Italia avvisa subito tutti: non ci sarà da aspettarsi chissà cosa, perché la preparazione è appena iniziata. “Abbiamo le gambe pesanti, giochiamo contro una squadra più rodata e che lavora con Pochettino da anni. Noi invece siamo all’inizio. Dai ragazzi mi aspetto di vedere la giusta mentalità – sottolinea – e il tentativo di fare certe cose che abbiamo studiato. So bene, però, che fisicamente sarà dura anche perché il caldo non aiuta”.

C’è molta curiosità per vedere la posizione in cui sarà schierato Ronaldo, oltre che l’impiego che avranno i nuovi acquisti de Ligt e Rabiot. “Ronaldo ha vinto tutto partendo defilato, dunque la mia prima soluzione sarà quella. Poi è chiaro che è così forte che può essere decisivo ovunque – ammette Sarri – , ma all’inizio proverò a farlo giocare a sinistra. Quanto al futuro di Higuain, è semplice. Io lavoro con i giocatori che mi mettono a disposizione. Al momento Higuain è un mio giocatore. De Ligt? È appena arrivato ma ha bisogno di fare minuti, quindi non tutta la partita ma uno spezzone contro il Tottenham lo farà anche lui”.

Dopo aver smentito seccamente che la difesa a tre sia un’opzione (“mai”), Sarri traccia un primo bilancio del ritiro estivo della Juventus. “Io in campo penso di essere sempre lo stesso – argomenta – , voglio giocare un certo tipo di calcio e quindi devo chiedere ai miei giocatori certe cose. Penso che un gruppo di persone che si divertono, possa dare di più. Ora i ragazzi si devono adattare a me, io cercherò anche di adattarmi un po’ a loro. È giusto che giochino in base alle loro caratteristiche. Diciamo che per 70 metri di campo vorrò vedere cose mie e negli ultimi 30 metri vedere cose loro”.

Sarri: “Pogba è dello United”

Infine una battuta sul mercato: i giornalisti presenti in sala vogliono sapere se Pogba possa diventare un calciatore bianconero. “Non sono il direttore sportivo, sono l’allenatore. Pogba è un giocatore che mi piace molto, ma è dello United. Altro non so”, la risposta secca di Sarri.