Sarri: “Dybala arrabbiato? Non me ne frega. Douglas Costa non stava bene”

Le parole di Maurizio Sarri al termine della vittoria ottenuta dalla Juventus sulla Roma per 2-1

sarri intervista roma juventus 1-2

Maurizio Sarri ha visto una buona Juve per 60 minuti contro la Roma all’Olimpico (highlights e video gol dell’1-2). Il tecnico bianconero non è dunque d’accordo con quegli addetti ai lavori che sostengono che dopo i due gol segnati i campioni d’Italia siano quasi spariti dal campo. “Abbiamo fatto bene 60 minuti, non 10. Molto bene. Non mi è piaciuta la gestione del risultato, c’erano i presupposti per fare male. Quando siamo ripartiti serenamente, c’erano presupposti per fare molto di più. La sofferenza è stata quasi inevitabile date le caratteristiche della Roma. Sono tre punti su un campo difficilissimo. Prestazione buona – continua a Sky Sport – , da migliorare nel palleggio, dovevamo continuare a palleggiare come all’inizio”.

La Juventus ha sofferto molto il pressing alto della Roma nel tentativo di costruire l’azione dal basso. “Soluzione diversa? Mettere la palla lunga, non ce ne sono altre duecento. Non abbiamo grandi saltatori per soluzioni diverse, e poi ci costano 3-4 gol all’anno, ma magari ce ne fanno fare 10 in più. Il saldo può essere a favore: è un rischio, nella ripresa l’abbiamo fatto male. Abbiamo mosso la palla con l’intenzione di gestirla, senza voler far male. Questo è velenoso”. Per fortuna, la fase difensiva questa sera è stata buona: “Abbiamo fatto una buona fase difensiva anche nel finale, ma eravamo così bassi che era pericolosa. Siamo risusciti a tenerli lontano dall’area, nel finale no. Ma la fase difensiva è stata più cattiva. Preferisco difendere 30 metri più avanti, ma mi sono dovuto adeguare cambiando anche modulo”.

Dopo il gol subito, infatti, Sarri è passato al 4-3-3 con Cuadrado esterno alto, Higuain centrale e Ronaldo largo a sinistra. “Non stavamo più pressando bene per vie centrali, era inutile tenere un uomo lì. Era giusto coprirsi in ampiezza, loro sono bravi sulle fasce laterali. Il secondo motivo per cui non abbandoniamo il 4-3-3 è perché abbiamo Douglas Costa che può essere soluzione importante. Non stava benissimo – ammette poi – ho preferito non buttarlo dentro”.

Sarri: “Dybala arrabbiato? Non me ne può fregar di meno”

Infine, qualche battuta sui singoli: “Ramsey e Rabiot? Stanno facendo bene, danno la sensazione di essere in crescita. Fanno qualcosa in più, penso che abbiano ancora dei margini. Aaron – insiste mister Sarri – è un ragazzo che queste caratteristiche ce l’ha tutti gli anni, è riuscito a fare 6-7 gol all’Arsenal. Per un inglese venire a giocare qui non è semplice, poi ha avuto problemi fisici che l’hanno fatto allenare poco da noi. Sta venendo fuori in maniera seria, farà una gran seconda parte come Rabiot. Dybala arrabbiato? Sinceramente non me ne può fregar di meno, la partita ha detto altre cose e ho fatto altre cose. Se si arrabbia e poi risponde sul campo, va benissimo. Rientra abbastanza nella normalità, mai visto un giocatore dal campo estremamente contento. A parte al 90esimo quando hanno fatto tre gol”, conclude.