Sandro Tonali: la scheda tecnica

Le caratteristiche del centrocampista classe 2000 in grado di giocare sia da regista che da mezzala

sandro tonali scheda tecnica

Sandro Tonali: la scheda tecnica dell’obiettivo di mercato della Juventus. (Ri)habemus Serie A. Dopo lunghissime settimane di attesa, dove sembrava addirittura più facile risolvere il cubo di Rubik, è giunta la tanto agognata ufficialità: la massima serie italiana, in seguito allo stop forzato a causa del Covid-19, riaprirà i battenti il 20 e 21 giugno iniziando dai recuperi della venticinquesima giornata (Atalanta – Sassuolo, Verona – Cagliari, Inter – Sampdoria e Torino – Parma). Mentre la ventisettesima si disputerà a partire dal 22 giugno. Per ciò che concerne la Coppa Italia, la Lega Calcio ha chiesto di giocare le semifinali di ritorno il 12 e 13 giugno, ma al momento restano programmate per il 13 e il 14. Quanto al mercato, invece, la campagna trasferimenti si aprirà ufficialmente il 1° settembre e chiuderà il 5 ottobre. Proprio in ottica calciomercato, la Juventus si sta muovendo pesantemente per portare sotto la Mole un millennial dal radioso futuro: Sandro Tonali. Il gioiellino di casa Brescia, valutato dal club lombardo intorno ai 50 milioni, con un contratto in scadenza il 30 giugno 2021, stuzzica parecchio la fantasia di Fabio Paratici e soci. Però, la Juve dovrà battere la spietata concorrenza dell’Inter che, come la Vecchia Signora, ha pareggiato l’offerta e intende acquistare il talentino di Lodi proponendo cash e contropartite tecniche, esattamente la stessa strategia adottata dalla società bianconera. Pertanto, ad oggi, spetterà al giovanissimo calciatore decidere se sposare il progetto bianconero o quello nerazzurro.

Sandro Tonali | Biografia

Venuto al mondo l’8 maggio 2000 a Lodi, Sandro Tonali comincia a prendere confidenza con il pallone nel Lombardia Uno, squadra con la quale disputa la categoria Pulcini nella stagione 2007-2008. L’anno seguente si trasferisce al Piacenza, dove milita per tre annate, prima di accasarsi dodicenne al Brescia. A soli 17 anni esordisce in prima squadra con la maglia delle Rondinelle, precisamente il 26 agosto 2017, in un match di Serie B contro l’Avellino. Invece, il suo primo sigillo personale, arriva il 28 aprile 2018 in una gara in trasferta con la Salernitana. Il 6 dicembre 2018 viene premiato al Gran Galà del Calcio AIC come Miglior giovane della Serie B 2017-2018. Il debutto in Serie A è datato 25 agosto 2019, da poco diciannovenne, in Cagliari – Brescia. Mentre il 26 ottobre successivo realizza il suo primo gol nella massima serie contro il Genoa. Per quanto riguarda la Nazionale azzurra, fa parte dell’Under 19 nell’europeo di categoria. Poi, nell’agosto 2018, è convocato in Under 21 da Luigi Di Biagio per due incontri amichevoli in programma 6 e 11 settembre con Slovacchia e Albania, ma Tonali sarà costretto a rinunciare per via di un infortunio. Il 9 novembre 2018 giunge la chiamata di Roberto Mancini per la Nazionale maggiore, in occasione della partita amichevole contro gli Stati Uniti. Il 21 marzo 2019 debutta con la casacca dell’Under 21 nell’amichevole giocata con l’Austria, per poi essere inserito nella spedizione azzurra dell’Europeo Under 21 del 2019. Con i “grandi” calca il manto erboso per la prima volta il 15 ottobre 2019, poco più che diciannovenne, nel match di qualificazione valevole per Euro 2020 a Vaduz contro il Liechtenstein. Oggi, ventenne, annovera nel suo palmarès la vittoria di un Campionato italiano di Serie B (2018-2019) con il Brescia, contribuendo in modo determinante alla promozione in Serie A dei biancazzurri.

Sandro Tonali | Caratteristiche tecniche e prospettive

Dal fisico molto ben strutturato, 1.81 x 79 kg, Tonali è un vertice basso di piede destro, ma capace di calciare con potenza e precisione soprattutto dalla distanza anche con il mancino, schierabile in una linea mediana a 3. Utilizzabile all’occorrenza sul centrodestra o sul centrosinistra di un trio di centrocampo, l’astro nascente lodigiano eccelle nella gestione del pallone grazie alla sua spiccata personalità impreziosita da doti tecniche di prim’ordine. Molto abile nel calciare le punizioni, è in grado di pescare i compagni con lunghi lanci millimetrici. Altre importantissime caratteristiche di Sandro Tonali sono lo strappo e la progressione palla al piede, qualità che sfrutta per effettuare micidiali coast to coast di 50 metri. Assai apprezzabile anche in fase di interdizione, dove spesso e volentieri intercetta e recupera un buonissimo numero di palloni per poi dar vita alle transizioni positive, Tonali è una perla made in Italy sul quale si può scommettere senza pensarci due volte. Ancora immaturo per calcare palcoscenici internazionali da protagonista assoluto, il numero 4 del Brescia sarebbe comunque uno straordinario investimento non solo per il futuro immediato, ma pure per il presente. Guardando al ringiovanimento della rosa bianconera, Sandro Tonali incarna l’identikit perfetto in questa ottica. La trattativa non sarà semplice, tutt’altro. Ma nel caso in cui l’operazione dovesse concludersi positivamente, la Juve si assicurerebbe un centrocampista che nell’arco dei prossimi quattro-cinque anni potrebbe diventare uno fra i migliori interpreti del ruolo in ambito mondiale.