Sabatini all’attacco sulle vicende Juve: “Ci sarà un motivo…”

L’ex dirigente di Roma e Inter lancia una frecciata all’ambiente bianconero per i casi che coinvolgono il club.

sabatini juve inchiesta plusvalenze roma inter doping
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Walter Sabatini attacca la Juve. L’ex dirigente di Roma, Inter e Bologna fra le altre parla delle vicende giudiziarie che coinvolgono il club bianconero e sferra un colpo all’ambiente juventino.

Contro la Lazio questa sera la Juve ha la grossa chance di accorciare nuovamente la classifica. In ottica quarto posto i pareggi di Inter e Milan di ieri permettono ai bianconeri con una vittoria di tornare praticamente a contatto del treno Champions. Intanto però continuano gli attacchi da parte di ex avversari che nelle proprie interviste sfruttano ogni occasione per parlare di Juve.

Sabatini sulla Juve: “Se è sempre coinvolta in guai giudiziari ci sarà un motivo. Doping? Non ho prove certe ma…”

sabatini juve inchiesta plusvalenze roma inter doping
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Walter Sabatini sferra un attacco frontale alla Juve. In una intervista concessa al Foglio, l’ex direttore sportivo di Inter, Roma, Bologna e Palermo, fra le altre, ha parlato dei guai giudiziari che coinvolgono il club bianconero lanciando un messaggio velenoso: “Se sono sempre sulla graticola del tribunale un motivo ci sarà. Non sono altri uomini a metterli sulla graticola, ma ci si mettono da soli”.

L’ex dirigente parla anche della questione doping: “Non ho indizi e, tanto meno, prove di effetti dopanti. So, però, che quando giocavo io c’era un uso dei farmaci per così dire ‘allegri’, erano tanti e frequenti. Ci venivano somministrati durante la settimana e prima della partita. Un tempo i giocatori facevano tutto. Non serviva neppure il medico per convincerli. Bastava un semplice massaggiatore”.

E sul doping nel calcio attuale: “Nessun calciatore attuale si fa fare un’iniezione intramuscolo a cuor leggero. Vogliono sapere preventivamente tutto del farmaco e molto spesso, nonostante ogni spiegazione e rassicurazione, non ci si riesce ugualmente”