Rossi (Popolari per l’Italia): “Si indaghi sul campionato di calcio”

mano-benatia-roma-sampDopo Miccoli, Cicchitto e Ranucci, un altro parlamentare chiede al Governo di indagare sul calcio “per garantire la regolarità del campionato”. È Domenico Rossi, deputato dei Popolari per l’Italia (ex UDC ed ex Scelta Civica) e, manco a dirlo, segretario dell’UTR (Unione Tifosi Romanisti). Intervistato dal romanista, il parlamentare dice ha la Juventus vince perché aiutata (grandissima novità) e che è ora che la politica inizia ad occuparsene:\r\n

“Il campionato di calcio deve essere innanzitutto credibile per i tifosi. Perché altrimenti non si disamorano solo i tifosi della Roma – dice Rossi – ma si disamorano i tifosi di qualsiasi squadra di calcio. È evidente che nel momento in cui ci sono delle squadre che lottano per un titolo come quello di Campione d’Italia qualsiasi tipo di errore arbitrale viene giudicato sotto un’altra veste che è quella che ti porta a pensare che i torti vadano a favorire la squadra che è in competizione con te. Da questo punto di vista non si può non prendere atto che le sviste arbitrali a favore della Juventus in questo campionato iniziano a essere veramente troppe. Io da tifoso romanista sono d’accordo con Garcia che chiede ai tifosi di star vicino alla squadra e allo stesso tempo chiede ai suoi giocatori di lasciar perdere le polemiche arbitrali per continuare dritti verso l’obiettivo che noi tutti ci auguriamo che la Roma possa raggiungere”.

\r\nSingolare che nel prosieguo dell’intervista, Rossi dica però che se un parlamentare (come lui) veste i panni del tifoso, rischia di fare danni:\r\n

“Io credo che la politica deve scendere in campo con dei dati di fatto. Allora quell’indagine conoscitiva a cui accennavo prima deve essere fatta da un organo istituzionale. È la FIGC che deve dire al politico se ci sono o meno degli errori da correggere. Altrimenti adremmo a giudicare non da parlamentari ma da tifosi, rischiando di cadere in facili errori. Deve essere un organo istituzionale, come la Federazione, ad arrivare a delle conclusioni per cui ci sono delle situazioni di carattere legislativo da cambiare, allora a quel punto è la politica che prende la situazione in mano per deliberare”, conclude Rossi.

\r\nOgni commento è puramente superfluo.