Ronaldo torna allo Sporting con un anno di anticipo?

CR7 aveva in programma di rientrare “a casa” nel 2022, al termine del contratto con la Juventus ma…

ronaldo sporting

Cristiano Ronaldo resta alla Juventus o no? È questo uno dei dilemmi che gira attorno al mondo bianconero da mesi. Certo, quanto accaduto negli ultimi giorni non depone a favore della permanenza, ma non è certo per ciò che riportano indiscrezioni giornalistiche. Oggi La Stampa e Gazzetta dello Sport riferiscono di un “fastidio” da parte dello spogliatoio per le libertà concesse a CR7. L’ultima, la visita a Maranello lunedì mattina, all’indomani della batosta rimediata contro il Milan, quando però alla Continassa non mancava solo lui, ma erano stati esentati dal defaticante diversi elementi.

Ronaldo allo Sporting CP prima del 2022?

Insomma, vere o presunte, queste voci non sono una discriminante per il futuro di Ronaldo. Lo sarà piuttosto la partecipazione o meno alla Champions League. Il portoghese non si ci vede a giocare l’Europa League e potrebbe rivedere i suoi piani. Fin qui, infatti, il 5 volte pallone d’oro pare avesse programmato di giocare un ultimo anno con la Juventus, fino a naturale scadenza del contratto, per poi tornare a 38 anni allo Sporting CP (fresco di titolo portoghese con tanto di complimenti da parte del numero 7 bianconero e che giocherà la Champions) e chiudere la carriera laddove tutto ebbe inizio. Il ridimensionamento cui sarà costretta la Vecchia Signora, in mancanza di altre offerte adeguate, potrebbe anticipare questo processo.

Le voci su Manchester United e Paris Saint Germain si sono rincorse in questi mesi, ma sembra che le richieste di CR7, non più un ragazzino, non trovino il favore di società che per quanto ricche non sono disposte a dare certe cifre a uno che potranno utilizzare al massimo una-due stagioni. Premesso che Ronaldo è lui a decidere quando spostarsi da un club, indipendentemente dalla società di appartenenza, se vorrà andare la Juventus potrà fare ben poco, se non cercare di salvare il salvabile. Jorge Mendes dovrebbe realizzare un capolavoro trovando l’incastro con lo Sporting a metà dell’attuale stipendio in bianconero. Inoltre, dovrà portare a Torino i circa 30 milioni (magari tramite contropartite) che servono per far quadrare i conti ad Andrea Agnelli.

La Juventus riuscirà a sostituire CR7?

Poi la patata bollente rimarrà alla dirigenza torinese, poiché con un budget ridottissimo dovrà reperire sul mercato almeno 2 attaccanti, di cui uno dovrà quantomeno avvicinarsi ai numeri di Ronaldo, che ha messo a segno qualcosa come 100 gol in circa 120 partite. Sembra facile…