Ronaldo resta alla Juventus: determinante il feeling con Pirlo

CR7 è rimasto stregato dal nuovo allenatore, non lascerà la Juve prima della scadenza del contratto

ronaldo juventus pirlo 2020

Cristiano Ronaldo non lascerà la Juventus prima della naturale scadenza del suo contratto, prevista per giugno 2022. Lo scrive oggi Tuttosport che basa il proprio assunto sull’ottimo feeling che si è venuto a creare tra il campione portoghese e mister Andrea Pirlo. I due avevano avuto modo di duettare in campo già durante la Partita del cuore del 2019, ma la loro conoscenza si è approfondita nei giorni immediatamente successivi alla nomina del “maestro” quale allenatore della prima squadra bianconera.

Ronaldo-Pirlo: è stato feeling a prima vista

Campione d’Europa e del Mondo sia per club (Milan) sia con la nazionale italiana, Pirlo ha subito colpito CR7, oltre che per il curriculum nettamente superiore a quello di mister Sarri, anche per stile, pacatezza e al contempo idee chiare. L’ex regista ha da subito trasmesso serenità al 5 volte pallone d’oro portoghese, reduce da una stagione in cui nello spogliatoio della Vecchia Signora era successo praticamente di tutto. Al contempo, Ronaldo ha letteralmente conquistato il nuovo allenatore per disponibilità e voglia. A 35 anni, dopo tutto quello che hai vinto in carriera, è davvero difficile trovare uno con la stessa fame. Insomma, i due vanno avanti in totale sintonia e il rapporto tra CR7 e il mister sarà la chiave per la permanenza a Torino per un altro anno, nonostante le ultime voci relative a Real e PSG.

Mendes: “Nessuno batterà i record di Cristiano”

Intanto, dopo gli ultimi record messi assieme in questi giorni, l’agente di Ronaldo, Jorge Mendes si esprime così sul suo assistito: “L’ho detto tante volte in passato – le dichiarazioni rilasciate a Tuttosport – e credo che adesso in pochi abbiano ancora dei dubbi: Cristiano è il migliore della storia ed è incomparabile. Non esistono record che Cristiano non possa battere. Presto diventerà il giocatore con più gol nella storia a livello di nazionali e in assoluto”.