in , , ,

Roma-Juventus, le interviste post-partita. Del Neri: “Motta super. Possiamo battere chiunque”

Gigi Del Neri – “Prestazione e risultato”\r\n“Una prova positiva, al di là del risultato. Senza Del Piero mancava un punto di riferimento quando uscivamo con il pallone, allora abbiamo variato in corsa accentrando Krasic nel primo tempo e poi riportandolo sulla destra, nella sua posizione naturale e mettendo Pepe in mezzo. Poi abbiamo potuto contare su un terminale fantastico come Matri è un terminale fantastico. Un paragone con Pazzini? Pazzo è formidabile in area ed è un grandissimo attaccante. Alessandro però dà più profondità ed è più freddo sotto porta. Questa squadra è capace di tutto. Di vincere con le grandi e di fare fatica con le piccole… E’ un gruppo solido, abbiamo se, sette giocatori in Nazionale e stiamo crescendo. Rincorsa Champions? Non so se riusciremo a recuperare tutti quei punti, ma se ritroviamo concentrazione e continuità, come ho detto, siamo capaci di tutto. Fabio sapeva di giocare da due settimane perché l’ho visto in netta crescita e molto motivato. Ero sicuro che facesse una prestazione del genere. Uno che ha vinto il Mondiale, del resto, non può essere un estraneo nel mondo del calcio… Spenderei anche una parola per Motta, che ha francobollato benissimo Vucinic. Ha qualità e sta imparando e può dimostrare tutto il suo valore. Storari? Ho grande rispetto per chi sta in panchina perché so che è difficile. Ha dimostrato di essere un uomo vero che lavora e sa farsi trovare pronto. Con uno del genere un allenatore dorme sonni tranquilli. Siamo contenti per il risultato, la prestazione e per come abbiamo gestito la partita. Altre volte dopo il vantaggio ci siamo adagiati, mentre oggi abbiamo continuato a giocare come se fossimo sullo 0-0″. \r\n\r\n[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=HEI2DoZ50_c[/youtube]\r\n\r\nAlessandro Matri: “Continuare così”\r\n“Ringrazio il mister per le belle parole. In effetti quest’anno le cose stanno andando bene e ora spero di continuare così e raggiungere obiettivi con la Juve. Ho avuto un buon impatto in questa squadra e ha stupito anche me: ho sempre creduto nei miei mezzi, ma ora sta succedendo tutto molto in fretta. Meglio così”.\r\n\r\n[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=fkFVEETxl9o[/youtube]\r\n\r\n\r\nMilos Krasic: “Pronti per obiettivi importanti”\r\n“Sono molto contento questa sera: per il mio gol che ha sbloccato la gara e per la prestazione della squadra che è riuscita a vincere con un avversario di alto livello. La partita di questa sera è la dimostrazione che la Juventus può ancora raggiungere obiettivi importanti. Adesso dobbiamo pensare immediatamente alla prossima gara, sapendo che sarà un’altra prova difficile, ma comunque alla nostra portata”.\r\n\r\nMarco Storari: “cerco di farmi trovare pronto\r\n“Mi alleno ogni giorno per questo. Ho saputo tardi di dover giocare, ma sono cose che succedono. Io mi preparo sempre per scendere in campo perché altrimenti sarebbe come andare in vacanza con la testa. Forse la parata più difficile è stata quella su Totti, dove sono stato bravo e fortunato. Sono contento per la mia prestazione, ma mi fa ancor più piacere la vittoria, perché la cosa più importante era ripartire. Non credo di essere presuntuoso dicendo di aver scontentato tanti tifosi di squadre avversarie in questi anni. Ho fatto tanti sacrifici per arrivare sin qui e voglio ringraziare mia moglie e la mia famiglia che mi sono sempre vicini, anche in un momento come questo, nel quale gioco poco”.\r\n\r\n[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=cbmqKxu4yj0[/youtube]\r\n\r\nClaudio Marchisio: “Pensare partita dopo partita”\r\n“Dobbiamo pensare partita per partita – dice Marchisio a fine gara – penso sia la cosa più giusta in questo momento. La cosa più importante è mantenere la compattezza che in questo gruppo non è mai mancata, la voglia di soffrire tutti insieme e il sacrificio per arrivare a fare prestazioni importanti, come questa contro la Roma. Sicuramente chi ha vissuto la passata stagione non vuole rivivere quei momenti, soprattutto negli spogliatoi dopo certe partite. Infatti quest’anno la differenza è che la squadra riesce a reagire meglio. Anche quando ci siamo spostati a quattro, quando avevamo la palla cercavamo di stare molto in appoggio ad Aquilani e Melo. Credo che con la Roma si sia visto un fraseggio migliore rispetto ad altre partite”.