in

La Roma chiama Rugani: Juve che fai?

rugani roma

Daniele Rugani lascia la Juve nel 2019? Sicuramente non a gennaio, ma in estate potrebbe consumarsi quel divorzio già sfiorato diverse volte. È quanto scrive oggi il Corriere dello Sport, che riferisce di un forte interesse della Roma per il centrale toscano che in bianconero continua a non trovare spazio. Lo scorso anno ha giocato indubbiamente di più, ma con il ritorno di Leonardo Bonucci, sia lui sia Benatia il campo lo hanno visto molto poco, costretti a dividersi sostanzialmente i turni di riposo per Chiellini. Fin qui Rugani ha messo in fila solo sei presenze e già il papà, con uno sfogo sui social network, ha lasciato intendere che si tratti di una situazione tutt’altro che gradita.

Il diretto interessato continua a parlare molto poco, confermando soltanto di volersi fare trovare pronto quando viene chiamato in causa, ma l’impressione è che a giugno potrebbe esserci un’amichevole resa dei conti. Se da qui a fine stagione dovesse giocare in percentuale quanto ha giocato nel girone di andata, le strade di Rugani e della Juve (che perderà anche Barzagli e quasi certamente Benatia) si separeranno. Il quotidiano sportivo riferisce già di un primo approccio avvenuto a novembre tra l’agente del difensore ex Empoli e la Roma proprio nel quartier generale di Trigoria.

Rugani per il dopo Manolas alla Roma?

Dopo essere stato vicino al Napoli prima e al Chelsea poi, Rugani piace molto ai giallorossi, che con ogni probabilità in estate daranno via Manolas (la strategia di Monchi è quella di cedere almeno un pezzo importante ad ogni sessione e sostituirlo con un elemento più giovane). Pare che Di Francesco lo apprezzi già dai tempi dell’Empoli per via soprattutto dell’eleganza e la capacità di giocare sempre con la testa alta. I contatti con ogni probabilità proseguiranno nei prossimi mesi, ma ribadiamo che tutto dipenderà dall’impiego che Rugani avrà alla Juventus in questa seconda metà di stagione e da quel progetto di rinnovo più volte paventato dai media ma fin qui mai concretizzatosi.