Ripresa allenamenti Juventus: il J Hotel sarà fondamentale

I calciatori potranno cambiarsi e fare la doccia nelle proprie camere, raggiungendo il campo tramite sottopassaggio

allenamenti juventus j hotel

La Juventus lavora per predisporre la ripresa degli allenamenti dopo le parole del ministro Spadafora. Il governo dovrebbe dare il via liberà ai club a partire dal 4 maggio ed è per questo che Andrea Agnelli ha riavviato la macchina organizzativa. I calciatori stanno lavorando ciascuno a casa propria, in attesa che rientrino in Italia gli stranieri (Ronaldo in Portogallo, Higuain in Argentina, Alex Sandro, Danilo e Douglas Costa in Brasile, Pjanic in Lussemburgo, Khedira in Germania, Rabiot in Francia e Szczesny in Polonia) e si sottopongano alle 2 settimane di isolamento previste per legge.

L’obiettivo è una ripresa a ranghi completi, ma molto dipenderà dalla comunicazione ufficiale delle autorità e anche dalla situazione dei contagiati Rugani, Matuidi e Dybala. Tutti e tre sono in attesa di di un doppio tampone negativo che ne certifichi la guarigione. Una volta guariti, secondo i medici dello sport, dovranno sottoporsi ad esami approfonditi che diranno se potranno avviare una periodo di allenamenti in isolamento (almeno 15 giorni) prima di aggregarsi al gruppo.

Juventus: J Hotel strategico per la ripresa

Ovviamente, ogni attività svolta avverrà nel rispetto delle misure di protezione e di sicurezza. A tal proposito, per la Juventus sarà fondamentale disporre del J Hotel, l’albergo di proprietà del club. Ciascun tesserato della Vecchia Signora potrà cambiarsi e fare la doccia nella propria stanza, raggiungendo i campi del JTC tramite un sottopassaggio. Insomma, l’emergenza coronavirus non coglie di sorpresa la Juve, all’avanguardia per metodologie e strutture a disposizione.