Rinnovo Dybala, si riparte da capo: la Juventus cambia le condizioni

Dietro i continui rinvii della firma non ci sarebbero solo questioni burocratiche legate all’agente

dybala rinnovo juventus condizioni

Secondo la Gazzetta dello Sport e il Corriere dello Sport il rinnovo di Paulo Dybala con la Juventus non è “tutto fatto da ottobre” come sostiene Romeo Agresti. Nelle edizioni odierne dei due quotidiani, anzi, si parla di cambiamento delle condizioni addirittura, con la trattativa che praticamente dovrebbe ripartire da capo. Nei giorni scorsi, il giornalista di Goal.com ci ha raccontato come i continui rinvii della firma siano dovuti solamente al suo “non” agente, Jorge Antun, che prima di essere riconosciuto dalle istituzioni sportive italiane deve compiere dei passi burocratici.

Rinnovo Dybala: il vecchio accordo

A leggere oggi i quotidiani sportivi, invece, non sembra così. Secondo la Gazzetta, il rinnovo che sembrava fatto e definito in quasi tutti i dettagli, torna in discussione. La dirigenza della Juve, infatti, vorrebbe proporre nuove condizioni ad Antun (il Corsport parla chiaramente di una richiesta di sconto). Nei mesi scorsi sembrava che l’intesa di massima fosse raggiunta sulla base di una parte fissa da 8 milioni più 2 di bonus legati a presenze e prestazioni. Con il tempo, inoltre, quei 2 di bonus sarebbero diventati fissi al raggiungimento di determinate condizioni.

Le nuove condizioni della Juventus

I dubbi sarebbero prevalentemente sulle condizioni fisiche di Dybala ed è inevitabile che la Juve si interroghi: giusto investire 100 milioni lordi per un quinquennale all’argentino che continua a giocare poco? L’idea del club bianconero è quella dunque di proporre ad Antun, che dovrebbe rientrare a Torino in occasione della Supercoppa Italiana del 12 gennaio, nuove condizioni. Si parla di una modifica delle cifre, con una riduzione della parte fissa lasciando inalterati i bonus legati a presenze e traguardi (personali e di squadra). Attenzione però anche alla durata: la Juventus potrebbe proporre un triennale al posto di un accordo di 5 anni. Intanto, lo ricordiamo, il 1° febbraio si avvicina e allora la Joya potrebbe cominciare ad accordarsi con un altro club a parametro zero per l’anno successivo.