in

Ricusazione Casoria: tutto rinviato al 28 giugno, sentenza a rischio. Rigettata anche la richiesta di Moggi

Ennesima sorpresa nei procedimenti che attengono al processo farsa di Calciopoli: è stata rinviata al 28 giugno l’udienza della settima sezione della Corte d’Appello del tribunale di Napoli (giudice Di Girolamo) sulla ricusazione da parte dei pm della giudice di Calciopoli, Teresa Casoria. Il relatore del caso in ferie e qualche altro problema di notifiche alla base dell’inevitabile. Un altro rinvio per il momento chiave di un processo che dura da 29 mesi, dopo quello per difetti di notifica del 25 marzo scorso: martedì proseguirà la requisitoria dei pm, ma per le stesse difese e parti civili arriva il momento della preparazione delle arringhe, senza la certezza, però, che il processo possa arrivare ad una sentenza. In presenza di una richiesta di ricusazione, si può proseguire nel dibattimento ma non pronunciare sentenze. E la prescrizione si avvicina…\r\n\r\nIntanto, la Commissione Disciplinare Nazionale (collegio presieduto da Claudio Franchini, componenti Arturo Perugini e Luca Giraldi) ha rigettato l’istanza di ricusazione proposta da Luciano Moggi nei confronti di Sergio Artico, Riccardo Andriani e Gianfranco Tobia nell’ambito del procedimento in corso sulla proposta di preclusione.\r\nNella decisione, la Disciplinare scrive che “il precedente procedimento al quale Luciano Moggi fa riferimento aveva ad oggetto una vicenda diversa e del tutto distinta”.\r\nAlla luce delle norme del Codice di Procedura civile – osserva ancora la Disciplinare – “non si ravvisa alcun ostacolo a una valutazione imparziale nel presente procedimento”. Di qui, il rigetto dell’istanza di ricusazione.\r\n\r\nCredits: Tuttosport