Renzi attacca Sarri: “È stato offensivo con le Poste”

Anche l’ex premier contro il tecnico della Juventus

renzi sarri poste

Continua a far discutere la battuta di Maurizio Sarri nella conferenza stampa di ieri: “Se non volevo essere messo in discussione avrei fatto domanda alle poste”. Dopo il comunicato di Poste Italiane, che ha invitato il tecnico della Juventus a verificare di persona come si lavori nelle sedi dell’azienda postale, oggi arriva anche il commento di Matteo Renzi. “L’allenatore della Juve, Maurizio Sarri, ha detto in conferenza stampa: ‘se non volevo esami, andavo a lavorare alle Poste’. È un modo di dire tipico del passato – dichiara l’ex premier all’Adnkronos – quando le Poste erano percepite come un carrozzone. Oggi Poste Italiane è una delle aziende più innovative del Paese, sia sulla consegna che sull’innovazione, i pagamenti digitali, il mondo cyber”.

Renzi: “Autogol di Sarri”

“Senza volerlo – immagino – Sarri è stato offensivo. Poste Italiane sarà una delle aziende più forti nei prossimi 20 anni perché ha saputo scommettere sul futuro. Io intanto faccio i complimenti all’a.d. Matteo Del Fante, e a tutti i suoi colleghi. Quello di Del Fante è stato davvero un lavorone. Quello di Sarri semplicemente un autogol”.