Ramsey: “Avevo altre offerte, ma quando ha chiamato la Juve…” (VIDEO)

Aaron Ramsey si è presentato alla Juve con un prologo in perfetto italiano. “Voglio dirvi che sono felicissimo di essere qui alla Juventus, scusate il mio italiano, ma sto studiando per migliorare”. Il centrocampista gallese ha risposto in conferenza stampa subito alle domande sul recupero dall’infortunio muscolare: “Sto lavorando duramente per essere con il resto del gruppo nel più breve tempo possibile. Nei prossimi due giorni vedremo come va, non abbiamo ancora deciso se partirò o no in tournée con la squadra. Perché ho scelto la Juventus? Quando ho sentito che erano interessati a me, ho pensato che sarebbe stato un sogno – ammette – , oltre che una grande sfida. Se mi hanno cercato altre squadre? C’erano stati altri interessi, ma quando ho sentito della Juventus non ho avuto dubbi”.

Quanto all’impatto con l’ambiente Juve, per Ramsey non ci sono stati problemi: “Ho ricevuto un ottimo benvenuto da tutti. Ho conosciuto Sarri, ci ho già parlato un paio di volte, non vedo l’ora di aiutare lui e la squadra a raggiungere i grandi obiettivi di questa stagione”.

Ramsey: “Orgoglioso di essere l’erede di Marchisio”

Diverse le domande sulle sue caratteristiche e sulla posizione che pensa di poter occupare in campo una volta che sarà abile e arruolabile. “Mi piace avere un impatto sul gioco, facendo gol o fornendo assist. Posso difendere ma anche spingermi in avanti: capiremo insieme all’allenatore in che modo posso essere utile alla squadra”. Poi, Ramsey conferma che indosserà il numero 8, come era già parso chiaro da alcuni indizi social: “Era il numero che volevo e appena ho saputo che era libero l’ho preso. So che era di Marchisio, ci ho parlato un paio di volte al J Medical e so che è stato un grande campione della Juventus. Se riuscirò a fare come lui sarò orgoglioso”.

Infine, una battuta su mister Sarri, che ha battuto il “suo” Arsenal nell’ultima finale di Europa League. “Sarri ha fatto molto bene in Inghilterra, credo che possa portare lo stesso contributo qui, cercando sia la vittoria che il bel gioco”, conclude Ramsey prima della foto di rito con la nuova maglia e il responsabile dell’area tecnica Fabio Paratici.