Rabiot: ritorno esaltante nella Francia, buone notizie per Pirlo

Secondo la stampa transalpina, Adrien Rabiot è stato sicuramente tra i migliori in campo di Svezia-Francia

rabiot fraacia pirlo

Adrien Rabiot è stato sicuramente uno dei migliori in campo, se non il migliore in campo in assoluto ieri sera in Svezia-Francia. Al debutto in Nations League, i campioni del mondo in carica sono usciti dal campo vittoriosi con il minimo del punteggio, ma il ct Didier Deschamps ha avuto buone indicazioni soprattutto dai centrocampisti. La Francia è scesa in campo con un 3-4-1-2, in cui Rabiot ha agito davanti la difesa in coppia con N’Golo Kante. Il centrocampista del Chelsea, accostato in questi giorni all’Inter, si è confermato una vera e propria furia della mediana, impostando e al contempo pressando chiunque si avvicinasse alla sua zona. Ma lo juventino non è stato da meno.

Rabiot: voti alti dalla stampa francese

Non è un caso, infatti, che il pensiero dei giornalisti francesi sia unanime: Rabiot per la prestazione di ieri sera si è meritato un bel 7,5 per la pulizia nella gestione della palla, ma anche per la grinta messa in fase di interdizione. Rientrato in nazionale dopo un lungo periodo seguito al rifiuto di fare la riserva negli ultimi Mondiali, l’ex PSG ha confermato di poter essere titolare e alla grande nella nazionale campione del mondo. Ora che Matuidi ha sostanzialmente abdicato andando a giocare negli USA, per lo juventino c’è una grandissima possibilità, ovvero quella di diventare uno dei pilastri della mediana transalpina.

Una buona notizia per Pirlo

Una buona notizia anche per Andrea Pirlo, che lo ha già visto bene nella prima parte della preparazione (e il ragazzo ricambia la stima). La speranza del nuovo mister bianconero è che Adrien riparta da quanto di buono fatto vedere dopo il lockdown. “Cavallo pazzo”, come è stato ribattezzato dopo il grande gol messo a segno a San Siro contro il Milan, non imbrigliato dall’obbligo sarriano dei due tocchi sembra un altro calciatore. In un centrocampo che ha perso Pjanic e Matuidi, ma ha già trovato Arthur e McKennie, Rabiot può dare esperienza internazionale e qualità che gli altri elementi non hanno. Bisognava solo avere pazienza, visto che veniva da quasi un anno di inattività. Un saluto a quei buontemponi sedicenti tifosi juventini che affermavano non avrebbe potuto giocare titolare nemmeno in Serie B.