Rabiot: “Ora voglio continuare così, Matuidi mi aiuta molto”

L’intervista rilasciata dal centrocampista francese della Juventus a Sky Sport

rabiot intervista sky

Adrien Rabiot continua a crescere partita dopo partita, tanto da essere diventato ormai un titolare inamovibile di Maurizio Sarri. Eppure l’inizio non è stato semplicissimo, per via del passaggio dalla Ligue 1 alla Serie A, per giunta dopo un lungo periodo di inattività. «In sei mesi sono cambiate tante cose, ora voglio continuare così – le parole del centrocampista della Juventus a Sky Sport – . Ho dovuto ritrovare la condizione migliore, fisicamente non è stato facile, ma ora posso dire che va meglio e mi sento bene».

Rabiot: “Matuidi mi ha aiutato molto”

Fondamentale per l’inserimento di Rabiot la presenza in rosa di un altro centrocampista francese, quel Blaise Matudi che per Sarri è uno dei perni della squadra. «Sono molto legato a Blaise – ammette il connazionale – abbiamo giocato cinque anni insieme e mi ha dato tanti consigli, aiutandomi molto. Devo dire che la squadra in generale è comunque composta da bravi ragazzi sempre pronti ad aiutarti». Insomma, l’ambiente della Continassa è il migliore che ci possa essere per chi viene da un’altra cultura e vuole ambientarsi in Italia. «Mi sarebbe piaciuto molto allenarmi con grandi campioni come Zidane o Deschamps – prosegue – , la Juve ha una piccola parte della sua storia che parla francese ed è molto bello e spero di essere all’altezza. Mi trovo bene anche a Torino».

La concorrenza che stimola

Quanto alla posizione in campo, negli ultimi tempi Rabiot ha giocato quasi sempre mezzala destra, ma essendo mancino il suo ruolo naturale è dall’altro versante. «Mi trovo meglio a sinistra perché sono mancino – ammette – , ma mi piace anche giocare a destra perché in certe situazioni posso ritrovarmi sul mio piede quando rientro. Tecnicamente con il pallone, poi, è la stessa cosa: bisogna sempre creare un collegamento tra attacco e difesa». Infine, una battuta sulla concorrenza in campionato: l’Inter ha deciso di fare la guerra alla Juve acquistando 3-4 elementi di qualità: «Più le altre squadre diventano forti, più il campionato si evolve e questo ti porta a migliorare sempre ed essere costante. Per noi – conclude Rabiot – è positivo affrontare rivali forti in campionato quest’anno».