Quarto attaccante Juve: no secco a Dzeko, il punto sul mercato di gennaio

In pole per l’attacco della Juventus rimane Scamacca, Milik non esce dai radar per giugno

juve quarto attaccante dzeko

La Juventus cerca una quarta punta ma senza tante pressioni. I bianconeri sono a caccia di un’occasione, che non sarà però Edin Dzeko (34): nonostante la rottura del bosniaco con Fonseca, da Torino trapela disinteresse per il bosniaco. A frenare il costo del suo ingaggio da qui a fine stagione e il fatto che Dzeko non si trasferirebbe alla Juve per fare la quarta punta, ma per giocare riducendo inevitabilmente lo spazio per Morata e Dybala.

Scamacca in pole, ma la formula non è giusta

Fabio Paratici cerca un attaccante senza tante pretese di ingaggio: o un attaccante esperto a fine carriera, insomma, o un giovane che attenda il suo turno con pazienza. Il nome più caldo resta quello di Gianluca Scamacca, ma sebbene ci sia una sorta di intesa sulla valutazione di oltre 20 milioni, non convince la formula: il Sassuolo spinge per una cessione a titolo definitivo o comunque un prestito con obbligo di riscatto. I bianconeri rispondono con un prestito con semplice diritto di riscato.

Juve-Milik: non è detta l’ultima

Addio definitivo a Fernando Llorente, che sta per firmare con l’Udinese, mentre in chiave futura, occhio a Arkadiusz Milik, che ha firmato con l’Olympique Marsiglia, ma senza la clausola anti-Serie A. A giugno, se i francesi non conquisteranno la qualificazione alla Champions League o non riscattassero il centravanti polacco, la Juventus potrebbero prelevarlo, dice Tuttosport, con una clausola da 12 milioni di euro.