Pjanic tra rinnovo strategico e offerta del Real: quale futuro per il bosniaco?

pjanic real

Miralem Pjanic lascia o raddoppia? Il 28enne centrocampista bosniaco ha in mano un rinnovo con la Juventus fino al 2023 strappato la scorsa estate quando sembra ad un certo punto che l’ex romanista dovesse andare via. Il suo agente, Fali Ramadani, aveva ottenuto proposte da Paris Saint Germain, Barcellona, Real, ma soprattutto dal Chelsea. Allegri pose il veto e con una trattativa rapidissima Paratici gli fece firmare un prolungamento valido da subito per la questione scadenza (giugno 2023), ma non per l’ingaggio, che solo dalla prossima stagione salirà da 4 a 6,5 milioni netti più bonus. Un rinnovo da top player e definito dal Corriere di Torino “tattico”.

Pjanic sacrificabile

In sostanza, se a giugno Pjanic dovesse ricevere un’offerta importante, la Juventus lo lascerebbe andare per una cifra attorno agli 80 milioni, altrimenti scatterebbe l’aumento premio. Secondo le ultime indiscrezioni, il club più interessato al 28enne bosniaco oggi è il Real Madrid, con Zidane che lo avrebbe messo in cima alla lista dei desideri sin dal primo giorno in cui è tornato sulla panchina dei Blancos. Se davvero gli spagnoli si presentassero con 80 milioni alla Continassa, Agnelli non dirà di no e considerato che ha già in casa elementi giovani come Emre Can e Bentancur, oltre a due certezze come Matuidi e il neo acquisto Ramsey, quei soldi servirebbero per finanziare altri acquisti.

Nuovo regista per la Juve?

Ad esempio, potrebbero servire per occupare un’altra casella a centrocampo con Tanguy Ndombele del Lione, valutato oltre 60 milioni, oppure con N’Golo Kanté, 27enne nazionale francese cui quest’anno Sarri ha cambiato ruolo con risultati nefasti. Regista naturale, quest’anno l’ex Leicester è stato costretto a fare la mezzala e a quanto pare avrebbe già espresso la volontà di cambiare maglia. La Juve se la dovrà vedere con il Paris Saint Germain ed eventualmente con lo stesso Real.