Pirlo: “Contento per Dybala, mi dà fastidio aver preso gol”

Le parole di Andrea Pirlo a Sky Sport al termine di Genoa-Juventus 1-3

pirlo intervista genoa juventus 1-3

Andrea Pirlo chiedeva continuità ai suoi e oggi in Genoa-Juventus la prestazione c’è stata, anche se i bianconeri hanno faticato a trovare spazi nel primo tempo. Merito anche della squadra di casa, che ha concesso molto poco in difesa: “L’atteggiamento era la cosa principale, la cosa più giusta da fare era cancellare la gara del Camp Nou – dichiara l’allenatore della Vecchia Signora a Sky Sport – Sapevamo di incontrare una squadra che voleva chiudersi, ma siamo stati bravi ad aver pazienza e aggredirli per avere la partita in mano. Il gol subìto dà fastidio perché ormai avevamo sbloccato la partita, invece di marcare in area abbiamo guardato. Quando subisci un tiro e un gol dà fastidio, ma siamo stati bravi a reagire e a conquistare una vittoria determinante per il nostro cammino”.

Pirlo: “Dybala meritava di sbloccarsi”

La nota più positiva della giornata è il ritorno al gol di Paulo Dybala, elemento di cui la Juventus avrà tanto bisogno nel prosieguo della stagione. “Paulo sta meglio, aveva bisogno di questo gol per sbloccarsi sia mentalmente che fisicamente, oggi ha fatto una buona partita su tutti e due gli aspetti. Lo aspettavamo, ora che è tornato al gol ci aspettiamo ancora di più. Quest’atteggiamento ci consente di essere sempre aggressivi e sempre nella loro metà campo, e quando riconquisti la palla di là fai anche molta meno fatica con gli attaccanti. È meglio correre cinque metri in avanti che ottanta indietro per recuperare la palla. Questo deve essere l’atteggiamento giusto in tutte le partite, non solo in quelle importanti”.

Tra le immagini di giornata rimarrà indelebile l’abbraccio proprio tra Pirlo e Dybala dopo la rete dell’argentino. “Se lo meritava, perché era alla ricerca del gol e della prestazione da un po’ di settimane, anche per lui era molto importante tornare al gol. L’abbraccio e il merito va anche a tutta la squadra che l’ha sempre supportato in queste partite anche se non riusciva a trovare il gol personale. Oggi – insiste – l’ha trovato e ha fatto anche un’ottima prestazione”.

Oggi non c’era Ramsey ed inevitabilmente la Juve ha giocato diversamente rispetto al Camp Nou, ma senza perdere di efficacia, a quanto pare. “Regista? Non ne abbiamo uno classico, ma ci sono giocatori che possono farlo molto bene. Sono centrocampisti a tutto campo, in certe situazioni giochiamo con due e a volte abbassiamo uno dei due a fare il play davanti alla difesa. Dipende dalle partite. Oggi l’ha fatto molto bene Bentancur, sia in fase difensiva che offensiva. Dobbiamo continuare con questo livello e questa voglia di condurre le partite che ci porterà a fare risultato. Abbiamo sfruttato le caratteristiche di McKennie, che sono quelle di  invasore, soprattutto quando gioca anche Dybala che si defila un po’. Ci serve qualcuno che attacca la profondità – conclude – e in questo McKennie è molto bravo”.