Pirlo: basta con ‘sta cacchio di difesa a tre

La juve vuole fare un calcio offensivo, ma per prima cosa occore stare in campo in maniera ordinata

pirlo difesa tre

Dell’arbitro di Crotone-Juventus ho parlato nelle mie pagelle non ci vorrei tornare. Non è stato un bel arbitraggio. Mi è sembrato quasi come ci fosse un progetto o un preconcetto per farci perdere dei punti dopo Juventus-Napoli non disputata. Come se il patatrac in quel caso l’avesse fatto la Juve e non il Napoli. Questi tre punti a tavolino han fatto rodere molti evidentemente. Non mi è piaciuto nemmeno l’atteggiamento di molti juventini. Preferisco anche io non parlare di arbitri e non lo faccio quasi mai, tuttavia fra l’esser piangina e attaccarsi a rimesse laterali invertite o a cartellini dati e non, e a episodi che addirittura condizionerebbero un intero campionato, e sottolineare qualche volta quando si fanno delle porcate nei nostri confronti c’è una differenza abissale. Diciamo che non mi piace farmi prendere per i fondelli e soprattutto non ho colpe da espiare, e non mi sento affatto in difetto se parlo di arbitri come evidentemente qualche juventino si sente nei confronti dei nostri avversari. Se volete il loro plauso avete sbagliato strategia il meglio che vi diranno è: “Con quanto rubano si vergognano a parlare di arbitraggi”, di conseguenza parlo finchè ne ho voglia e fiato.

A Pirlo serve un tempo che non c’è

Ma veniamo ai fatti di Crotone, perchè nonostante un arbitro sconcio che ha indirizzato le cose in un certo modo, si poteva fare meglio e si doveva fare meglio. E se non si vincerà il campionato, dovesse mai accadere, non sarà certo per questi due punti persi. Pirlo ha bisogno di tempo e questo mi pare assodato, tuttavia Pirlo deve esser consapevole che tanto tempo non ce l’ha. Il male del calcio di questi ultimi anni in cui mi sembra caduto anche Pirlo è l’ormai eterno equivoco del mister che non allena più ma insegna il calcio, lo rivoluziona e se gli avanza pure tempo ci insegna la vita. Ma un mister che allena e basta cioè che di mestiere fa l’allenatore è chiedere troppo? Ieri non ho capito cosa c’entrava Portanova in un 343. Cioè non è che hai a disposizione Morata, Dyabala e Ronaldo tutti in forma e allora provi a giocartela con tre punte? Hai Portanova che può andare tranquillamente in panchina, perchè non è necessario schierare tre punte. Proprio no.  Idem questa maledetta difesa a tre. Ma perchè? La difesa a tre si fa con tre difensori centrali forti perchè appunto ne hai tre forti e li vuoi sfruttare tutti e tre contemporaneamente. Neanche a farlo apposta, anche Conte con Kolarov centrale, che centrale non è, ha perso il derby e l’Atalanta con Romero che non ha mai giocato a tre ne ha presi 4 dal Napoli. Ma perchè questa cacchio di difesa a tre ma l’ha ordinata il medico? Ad oggi Bonucci è in difficoltà con questo schema, idem gli altri. Ma non si può tornare a 4 come si è fatto negli ultimi 6 anni con Allegri e poi con Sarri?

Quando giocavo io, c’era il santo schema del 442. Uno schema che dava l’opportunità di coprire bene tutti i settori del campo e che tutti utilizzavano indistintamente come primo modulo salvo fare, i più bravi, un modulo alternativo a questo da utilizzare solo in determinati momenti. Oggi anche il 442 non è più di moda. Oggi sono tutti Oronzo Canà. Oggi se non si utilizza un modulo fantasioso, non si è allenatore moderno e il risultato sono squadre sbilanciatissime che spesso attaccano a testa bassa e perdono contro squadre che di contro sono soltanto ”ordinate”. Quando Pirlo, alla sua prima conferenza stampa disse: ”voglio un calcio aggressivo” e suscitò l’applauso di molti, forse solo io ho avuto un brivido lungo la schiena ricordandomi Sarri che voleva distruggere gli avversari. La Juve è un cantiere. Oggi, prima di un calcio aggressivo ha bisogno di un calcio ordinato. Ha bisogno che i giocatori si conoscano fra loro e sappiano bene cosa fare in campo. Dopo, quando si è imparato questo, allora forse si possono fare step successivi e magari proporre anche un calcio aggressivo. Abbiamo visto sia con la Roma che con il Crotone che per inseguire il calcio aggressivo abbiamo solo fatto la figura dei fessi proponendo tanto tanto disordine. Meditare Pirlo meditare. Forse hai sbagliato fonte di ispirazione.