Perché la Juventus ha congelato il rinnovo di Dybala

Il club bianconero ha intenzione di pensarci bene prima di spendere ciascun centesimo

dybala rinnovi juventus

Il rinnovo di Paulo Dybala con la Juventus è congelato fino a marzo. E lo sono anche tutti gli altri prolungamenti di contratto dei calciatori in scadenza. Il club bianconero ha deciso di sospendere tutte le trattative e di attendere fino a febbraio. In questo periodo, riferisce Gianluca Di Marzio di Sky Sport, saranno tutti sotto osservazione, su tutti la Joya, che sarà valutato dal punto di vista tecnico, della tenuta atletica e dell’atteggiamento.

Dybala e gli altri rinnovi in sospeso alla Juventus

In poche settimane, dunque, il club bianconero prenderà le sue decisioni e poi si siederà al tavolo di Dybala e Antun proponendo un rinnovo. Nella migliore delle ipotesi saranno prospettate le cifre attuali (7,3 milioni di euro), ma non è da escludere un taglio, che sarà proposto anche ai vari Cuadrado (5 milioni attuali), Bernardeschi (4 milioni) e De Sciglio (3 milioni). Ovviamente, il nuovo corso dirigenziale bianconero sa di correre un rischio, che è quello di perdere i calciatori a zero, su tutti l’argentino, ma è un’opzione che è stata messa in conto. Di sicuro, quello che era stato definito un accordo blindato sulla base di 8 milioni più 2-3 di bonus, non è più valido.

Da questo momento in poi, la Juve vuole pesare ogni centesimo che sarà speso, dopo un ciclo che si è concluso con investimenti onerosi che non hanno però aumentato il valore della rosa.