Paratici ha incontrato a Milano il procuratore di Chiesa

Incontro a Milano tra Paratici e Ramadani, si sarebbe parlato di Federico Chiesa

paratici ramadani chiesa

Fabio Paratici, responsabile dell’area tecnica della Juventus, ha incontrato oggi a Milano il procuratore Fali Ramadani. È stato un vertice che ha fatto molto “rumore” quello di Palazzo Parigi e che conferma gli ottimi rapporti tra il club bianconero e l’intermediario che si è occupato anche del trasferimento a Torino di Maurizio Sarri. Nella scuderia di Ramadani c’è il regista Miralem Pjanic, che ha da poco prolungato con la Vecchia Signora, ma da qualche tempo si sta occupando anche di Federico Chiesa.

Chiesa alla Juventus subito o tra un anno?

Bocce cucite all’uscita da parte di entrambi, ma c’è chi è pronto a giurare che nel corso del vertice milanese si è parlato proprio  del centravanti della Fiorentina. Possibile che la Juventus, dopo essersi praticamente rassegnata per via della volontà di Commisso di trattenere Chiesa almeno per una stagione ancora, sia pronta a lanciare un altro assalto all’attaccante della nazionale italiana? Probabilmente Paratici e Ramadani ne stanno parlando in chiave futura, perché è davvero difficile pensare che da qui al 2 settembre, quando chiuderà la sessione estiva del mercato, la Juve riesca a liberarsi degli esuberi attualmente in rosa, mettendo a segno addirittura altri colpi in entrata.

Con Chiesa un esubero in più da cedere

Con Pjaca e Perin a curarsi al J Medical, ci sono attualmente fuori dalla lista Champions altri tre elementi. A centrocampo il principale indiziato è Emre Can, mentre in difesa toccherà con ogni probabilità a Rugani, sempre più vicino alla Roma. In attacco resterà fuori uno tra Dybala, Mandzukic e Higuain. L’arrivo di Chiesa implicherebbe che due dei tre gli attaccanti citati siano sostanzialmente scaricati contemporaneamente. Un quadro davvero complicato, ma nel mercato si sa, le sorprese possono essere sempre dietro l’angolo.