Interviste

Paratici difende Allegri: “Col senno di poi si può dire tutto”

paratici allegri bologna juventus

Fabio Paratici difende la Juventus e Massimiliano Allegri: l’intervista a Sky prmia del calcio d’inizio del match con il Bologna

Fabio Paratici difende la Juventus e il suo allenatore prima del calcio d’inizio del match col Bologna. Il responsabile dell’area tecnica bianconera conferma che al ritorno con l’Atletico Madrid servirà un’impresa per ribaltare il risultato dell’andata: “Dobbiamo ricaricare le batterie e focalizzarci sulla partita”. In questi giorni, però, i bianconeri sono stati sommersi di critiche, molte delle quali provenienti dagli stessi supporters della Signora: “In Europa ci vogliono dei grandi giocatori, non solo a centrocampo. Ho dei dubbi quando si parla di Serie A poco allenante, quando arriva un calciatore dall’estero fa sempre fatica. E si dice che il campionato italiano non è come la Premier League o altri tornei. Serve coerenza su questo aspetto. Poi – prosegue Paratici ai microfoni di Sky Sport – sicuramente affrontare le partite di Champions  League non è come affrontare quelle di campionato”.

Paratici: “Pressioni? Siamo abituati”

Quanto a Massimiliano Allegri, poi, Paratici non ha alcun dubbio: l’operato del tecnico della Juventus non è in discussione, nonostante qualcuno gli imputi di aver fatto troppo tardi i cambi al Wanda Metropolitano: “Col senno di poi si può sempre dire tutto e il contrario di tutto. Allegri è un allenatore bravissimo, lo ha dimostrato negli ultimi anni. Pressione su CR7? Quando lavori alla Juventus o in qualsiasi altro grande club, la pressione c’è comunque, a prescindere da giocatori come Cristiano Ronaldo. Siamo abituati alla pressione – conclude – , la sentivamo anche prima”.