Paratici non è coinvolto nel caso Suarez: citato genericamente da terzi

Il dirigente della Juventus finisce sulle prime pagine dei giornali, ma non c’entra nulla con l’esame di Suarez

suarez paratici intercettazioni

Le intercettazioni relative al caso Suarez continuano a venir fuori gradualmente, come vuole una prassi tanto triste quanto consolidata. Il colonnello Selvaggio Sarri, intervenendo a Top Calcio 24, ha spiegato di aver dato solo notizia dell’inchiesta ai media e di non avere idea di chi possa aver fornito anche le intercettazioni. Comunque sia, lo “scoop” delle ultime ore (partito dal quotidiano Open di Mentana e rilanciato dal Corriere della Sera) è il nemmeno presunto coinvolgimento di Fabio Paratici, CFO della Juventus. Nonostante le autorità ripetano da giorni che non ci sia stata pressione alcuna, dalla tarda serata di ieri leggiamo che nelle intercettazioni “spunta” il nome di Paratici.

Caso Suarez: non esistono telefonate di Paratici

Ebbene, come risulta andando a leggere le carte dell’inchiesta, non ci sono telefonate da parte del dirigente bianconero, che viene citato solo genericamente dagli indagati. Per tal motivo, i magistrati non hanno ritenuto rilevante la cosa e non hanno aperto alcun filone relativo all’interessato e al club. Una non notizia insomma, che svia piuttosto da una cosa che potrebbe in seguito rivelarsi interessante: gli inquirenti, infatti, non escludono il coinvolgimento di altri club in operazioni con l’ateneo di Perugia. Quali club? Perché non se ne parla alla stregua della Juventus?

La fake news sul colonnello

A proposito, oltre a quella di Paratici, un’altra fake news che circola da ieri è quella relativa al cambio di destinazione del colonnello della Guardia di Finanza Selvaggio Sarri. Qualcuno ha fatto passare il suo trasferimento per una punizione per aver “toccato” la Juve, la squadra che tiene in pugno un intero Paese. Ovviamente è una grande bufala, poiché il trasferimento del colonnello era già previsto da tempo ed è solo casualmente che sia arrivato all’indomani di un’inchiesta sull’ateneo di Perugia che, ricordiamo, non è ancora conclusa.