Panchina Juve 2018-2019: Gasperini libera Inzaghi per la Signora?

Panchina Juve 2018-2019 Inzaghi

Panchina Juve 2018-2019, si muove qualcosa secondo quanto riferisce radio mercato. Nonostante abbia un contratto fino a giugno 2020, Massimiliano Allegri potrebbe lasciare la Juventus con due anni di anticipo, indipendentemente da come andrà a finire la stagione attuale. Quella bianconera sarebbe coinvolta in una vera e propria girandola di panchine, che coinvolgerebbe anche Atalanta e Lazio, ecco perché. Secondo quanto emerso da voci raccolte in questi giorni da alcuni media, infatti, Gian Piero Gasperini avrebbe comunicato all’Atalanta di non voler rimanere sulla panchina degli orobici e il presidente nerazzurri si sarebbe subito cautelato bloccando Rolando Maran del Chievo.

Cosa ci sarebbe dietro la decisione di Gasperini? Una chiamata da parte della Lazio, che lo avrebbe scelto per sostituire Simone Inzaghi. In realtà, l’attuale tecnico, che sta facendo molto bene nella capitale, ha un contratto fino al 2020, ma sarebbe da tempo nel mirino della Juve. Proprio in questi giorni, il pressing dei bianconeri sarebbe aumentato e davanti alle avances della Signora, “Inzaghino” potrebbe aver comunicato alla società di Claudio Lotito di non potersi lasciar sfuggire l’occasione della vita. L’eventuale arrivo a Torino di Inzaghi, sponsorizzato soprattutto dal direttore sportivo Fabio Paratici, potrebbe facilitare anche qualche trattativa con calciatori di proprietà della Lazio: negli ultimi tempi si è parlato tanto dei centrocampisti Milinkovic-Savic e Lulic (si registrano contatti recenti con il suo agente).

Panchina Juve 2018-2019: occhio a Carrera

In alternativa, per la panchina della Juve a partire dalla stagione 2018-2019 si fa il nome di Zinedine Zidane, ma occhio anche al possibile ritorno di Massimo Carrera, già vice di Antonio Conte. Carlo Ancelotti dovrebbe essere destinato al ritorno in Premier League, così come Massimiliano Allegri, che potrebbe tentare un’avventura all’estero se proprio non riuscirà a trovare la quadra con la dirigenza bianconera e nuovi stimoli per iniziare un nuovo ciclo con una rosa rivoluzionata e ringiovanita rispetto a quella attuale.