Calcioscommesse

Palazzi si gioca il tutto per tutto: o condanna Pepe e Bonucci o va a casa

Scritto da Redazione JM

(Di Mirko Nicolino) Il procuratore federale Stefano Palazzi – spesso visto nelle tribune di Serie A assieme ad Adriano Galliani – è a un bivio: il su contratto è già scaduto da molto tempo ed è stato precettato per risolvere alcune incombenze. Che in base alle ultime vicende pare prevedano il sanziona mento ad ogni costo dei tesserati della Juventus: in questi anni, il pm del calcio ne ha combinate di cotte e di crude, dimostrando di avere sempre 3mila pesi 3mila misure. Velocissimo nel giudicare la Juve (meno di un mese), lentissimo nei confronti dell’Inter (18 mesi con conseguente prescrizione); lesto nel calcioscommesse, pur non avendo prova alcuna, misterioso su Premiopoli (a proposito, che fine ha fatto?). Come vi avevamo anticipato ieri, la pessima figura rimediata in primo grado, con le assoluzioni di Bonucci e Pepe, non gli sono andate giù, soprattutto dopo le battute dei due calciatori sui social network (“Ritenta, sarai più fortunato”, scrisse qualche giorno fa Pepe su Twitter). Ecco perché, nel momento in cui le istituzioni sportive sono ai minimi storici quanto ad efficienza e credibilità, Palazzi tenta il colpo di coda e decide di impugnare tutti i proscioglimenti decretati dalla Commissione Disciplinare della Figc.\r\n\r\nUn vero e proprio atto di forza estremo che riporta a giudizio Pepe e Bonucci, insieme a Salvatore Masiello e Belmonte per i fatti di Udinese-Bari, ma anche Vives per Bari-Lecce e i ‘bolognesi’ Di Vaio-Portanova per Bologna-Bari. Lunedì il procedimento affronterà il secondo grado, davanti ai giudici della Corte di giustizia federale: Palazzi chiederà nuovamente 3 anni e 6 mesi di squalifica per gli illeciti sportivi e un anno per le omesse denunce senza dare la possibilità alle difese di portare testimoni o prove a propria discolpa. Non c’è tempo. E chi se ne frega dell’articolo 111 della costituzione che istituisce il giusto processo per qualunque cittadino. Neanche Hitler, Stalin e le dittature sudamericane sono mai arrivate a tanto.\r\n\r\nLe parti in causa ovviamente sono esterrefatte, perché se Masiello non è credibile, su cosa baserà Palazzi le nuove richieste di condanna? Il secondo grado si risolverà nell’arco di pochi giorni: lunedì 20 si discuterà il filone di Cremona, martedì 21 quello di Bari e per giovedì 23 sono attese le sentenze. Palazzi si gioca il tutto per tutto: il bersaglio grosso sono i due tesserati bianconeri e se riuscirà a condannarli molto probabilmente otterrà un prolungamento dell’incarico per ‘altre incombenze’, altrimenti dovrà fare le valige. Una doppia figuraccia è troppo anche per istituzioni totalitarie e fascistoide. Che a quel punto dovranno trovare un altro boia per far fuori chi continua a vincere contro tutto e tutti.

11 Commenti

  • Anche un cecato vede che palazzi e un intimo amico dell’Inter….. E del. Milan….. ormai e chiaro: ma noi juventini siamo forti sul campo e anche fuori. Forza Juve.

  • Questi personaggi sarebbero da prendere a calci nel culo, fanno le guerre solo alla juve perchè intertristi ovvio

  • ….mi chiedo cosa di altro deve combinare questo uomo prima che qualcuno si decida di prendere provvedimento. Questo utile idiota( di chi?) adesso ha stufato …ma cosa gli ha fatto la Juve?….forse pretendeva qualcosa che gli è stato negato ? Ma la Federazione cosa fa …..ha paura che che costui possa scoprire alcuni altarini tenuti nasosti? Tutto mi sembra strano e mi auguro che alla fine l’onestà prevalga (……non come la prescizione di qualche squadra ) istituto che questo povero uomo conosce bene!!! …Adesso basta …..lo so che sto dicendo una ca…ta ma mi auguro che la giustizia divina si abbatta su chi non sa amministrare quella terrena o meglio la amministra pro domo sua…….

  • Una mossa indecente soprattutto ripensando ai ripetuti tentativi di fare accettare un patteggiamento di 3 mesi mentre gli avvocati menavano fendenti su tale “solidissimo” castello accusatorio…

  • Secondo me Palazzi rischia qualcosa di più di un semplice vaffa la prossima volta che si imbatte in un gruppo di tifosi…

  • C’e’ una strana atmosfera attorno a questo assurdo “colpo di coda” di questo uomo ormai palesemente in malafede, tutti hanno dato la notizia, ma nessuno si azzarda a commentare questo gesto assurdo….i media, la juventus tramite i canali ufficiali, Andrea, la FIGC con Abete…..nessuno parla di questa cosa…..non vi pare alquanto strano?….cosa c’e’ sotto?….mi sa’ che sotto sotto, sono sicuro che sta succedendo il finimondo tra la juventus e la FIGC…..forza juve

  • che dire? incredibile questo ricorso del procuratore, davvero incredibile. speriamo che cosi vada veramente a casa una volta per tutte.

  • Palazzi: “condanna per PEPE e BONUCCI o va a casa”.\r\nAppello senza difesa per i nostri.\r\nPensate che Palazzi e chi lo protegge, possa subire un’altra sconfitta?\r\nIn questo caso, sono pessimista! L’assoluzione in primo grado, mi suona come qualcosa di “combinato” per darci la mazzata in appello.\r\nSpero tanto di sbagliarmi, ma la puzza di questa gentaglia si sente a distanza di centinaia di chilometri.\r\nNon è mandando a casa Palazzi, che risolveremo il problema. Il problema si risolverà mandando a casa lui e TUTTI i suoi compari.\r\nQuando avremo una giustizia GIUSTA?????

  • Ragazzi, osservare queste scene di prepotenza ed accanimento contro la Juve è un vero delirio.\r\n\r\nOrmai è solo accanimento o guerra contro la Juve.\r\n\r\nLa Stampa (non i Giornalai), i Giornalisti e gli Opinionisti seri ed imparziali, attraverso i mezzi a loro disposizione dovrebbero far sentire la loro voce di fronte ad uno ” Scempio senza Fine”. \r\n\r\nDopo la “FARSA” di CALCIOPOLI è inaccettabile che la stessa persona del 2006 ,con un atteggiamento poco sereno per la figuraccia riportata nella sentenza di 1° grado, continui a perseverare cercando di colpire, a qualsiasi costo un bersaglio di INNOCENTI. \r\n\r\nQuesta non è Giustizia !!!! \r\n\r\nVoler distruggere un MITO del Calcio Italiano\r\n\r\n\r\nForza Juve, Ora e Sempre.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi