Pagelle Sassuolo-Juventus 1-1: non basta un super Pogba

pagelle-sassuolo-juventusPagelle Sassuolo-Juventus 1-1. Forse la peggiore Juve di questa stagione riesce a confezionare comunque 19 tiri contro la porta del Sassuolo, ma è tanta la confusione ingenerata dal cambio di modulo in corsa. Alcuni uomini chiave sono in evidente calo fisico, ma vanno fatti grandi complimenti al Sassuolo, che ha giocato una partita egregia. Peccato, perché Pogba era tornato finalmente sui suoi livelli…\r\n\r\nBuffon 6: Obiettivamente parlando, non ha colpe sul vantaggio di Zaza. Per quanto riguarda le altre circostanze, si fa trovare discretamente reattivo.\r\n\r\nOgbonna 6: Tempestivo negli interventi quando c’è da rattoppare la situazione, attento nell’uno contro uno con l’avversario. Paga, insieme ai compagni di reparto, la dormita sul gol dei padroni di casa.\r\n\r\nBonucci 6+: Gli anticipi bene o male gli riescono ed in fase di impostazione i miglioramenti sono evidenti. Provvidenziale sul primo tap-in di Zaza a Buffon battuto, non riesce a salvare la nave dall’imbarcata.\r\n\r\nChiellini 6-: Vale a grandi linee lo stesso discorso fatto per gli altri due. Buona anche l’intraprendenza oltre la metà campo, ma giocare alle belle statuine, con così tanti avversai in area, non è stata proprio una grande idea.\r\n\r\nLichtsteiner 6.5: Sgroppate avant e ‘ndrè sulla fascia destra e diagonali sempre perfette sui cambi di fronte avversari. Manca concretezza, ma il treno inarrestabile di contiana memoria sembra essere tornato.\r\n\r\nPereyra 6+: Gioca una frazione al rilento, poi, spostato sulla destra come ala, diventa la fonte più temibile per gli attacchi bianconeri. Se solo ci fosse stato Llorente a battezzare quei cross in area..\r\n\r\nPirlo 5.5: Poche giocate (alla Pirlo) azzardate e verticalizzazioni per i compagni mai precise. Paga l’evidente affaticamento fisico.\r\n\r\nPogba 7: I piedi più ispirati sono i suoi. Dribbling da capogiro e fisicità mastodontica la specialità della casa. Sul gol, preparazione e conclusione a rete di pregevolissima fattura. Paul is back.\r\n\r\nEvra 5+: Poca, pochissima roba. Dietro è la vera falla del reparto, mentre davanti non azzecca un movimento od un cross per fare male.\r\n\r\nTevez 6: Solo per l’impegno, si merita la sufficienza. Ha tanta voglia di fare, inventate, ma non sempre gli riesce la giocata. Più delle altre volte, manca di concretezza.\r\n\r\nLlorente 5.5: Va bene le sponde ai compagni, ma ieri sera troppa staticità lì al limite dell’area. Spesso e volentieri si lascia anche anticipare dai centrali avversari e questo primo centro stagionale sembra essere diventato una chimera.\r\n\r\nMarchisio 5.5: Entra nella ripresa col compito di dare una svegliata ai suoi, ma più che perdere palloni al centro del campo, combina poco e nulla.\r\n\r\nComan 6-: Impegno lodevole, ma concretezza da rivedere. Troppo spesso cerca la giocata ad effetto, anche quando la soluzione più semplice sarebbe quella più efficace. Ha ancora molta strada da fare.\r\n\r\nGiovinco S.V.\r\n\r\nAllegri 5.5: Il primo stop in campionato è arrivato e, paradossalmente, con l’ultima della classe. È mancato un po’ di tutto a questa Juve, dalla concretezza, alla voglia di fare risultato, passando per le defezioni di alcuni uomini chiave (Pirlo, Llorente, Marchisio). Non c’è da creare alcun caso, ma è chiaro che nella sfida di Champions servirà tutto un altro spirito. Soprattutto se si vuole evitare una spiacevole tragedia (greca).