La nazionale torna all’Allianz Stadium il 4 giugno: tifosi Juve non proprio contenti

allianz stadium nazionale italiana

La nazionale italiana di calcio tornerà all’Allianz Stadium di Torino il prossimo 4 giugno alle 20:45. Per quella data, infatti, la Figc ha chiesto e ottenuto dal presidente Agnelli la disponibilità della casa bianconera, per l’amichevole Italia-Olanda. Grande assente dai Mondiali di Russia 2018, la nazionale azzurra sarà impegnata in una serie di amichevoli che dovranno fare da apripista al nuovo corso. Il 23 marzo ci sarà l’amichevole a Manchester contro l’Argentina, mentre il 27 dello stesso mese a Londra affronterà l’Inghilterra. Successivamente, l’1 giugno si giocherà Francia-Italia, mentre dopo tre giorni ci sarà appunto il match dell’Allianz Stadium.

Sono in tutto 37 le partite della nazionale italiana disputate a Torino, le ultime delle quali disputate appunto della casa della Juventus. Esattamente come nelle precedenti occasioni, le reazioni dei supporters della Signora sui social network e le community di riferimento sono state tutt’altro che entusiastiche. I tifosi bianconeri, infatti, non riescono ancora a perdonare alla federazione il processo “parziale” di Calciopoli che mandà la Signora in B sottraendole due scudetti, ma anche le successive vicende relative alla giustizia sportiva. Dal calcioscommesse che ha tirato in ballo nel recente passato qualche tesserato del club, fino all’ultima vicenda del caso biglietti agli ultrà, senza dimenticare le precedenti partite dell’Italia allo Stadium, con i simboli degli scudetti nascosti per volere della federazione.

Perché i tifosi non vogliono la nazionale all’Allianz Stadium

Il presidente Andrea Agnelli era stato prima inibito per un anno, poi la condanna sportiva è stata sostanzialmente annullata in secondo grado, nonostante la crociata del Procuratore Federale Giuseppe Pecoraro, che è ancora convinto di poter sanzionare il presidente della Juve in ultima istanza. Proprio sulla posizione di Pecoraro si sono espressi esperti, non solo juventini, che ne hanno evidenziato l’inadeguatezza dell’ex Prefetto per via di una serie clamorosa di autogolo commessi anche in Commissione parlamentare antimafia. Al resto ha pensato l’ammissione di tifare Napoli durante una trasmissione televisiva in Rai.