in

Movimento Farsopoli. Le intercettazioni (4° parte)

mino raiolaRaiola: “Berlusconi ha detto che i romanisti sono scemi”\r\n\r\nAncora una conversazione che “viaggia” nella più totale normalità. La seguente non è altro che una comune e civile telefonata del procuratore Mino Raiola, intenzionato ad informare il direttore bianconero di una disgrazia avvenuta in famiglia, evidentemente la causa della sua (strana per Repubblica) richiesta di un aereo privato (solo così, infatti, avrebbe potuto seguire in tempo la fase finale della trattaviva per l’acquisto di Zlatan Ibrahimovic). Ma questo è solo un punticino banale del discorso e viene malamente sfruttato da uno dei giornali più venduti in Italia per cercare di diffondere aria di raccomandazione o qualcosa di questo genere.\r\n\r\nNella parte principale della chiamata si discute, o quantomeno si tratta lecitamente sul prezzo. Dunque, nulla che porti eccessivo scalpore.\r\n\r\nNormalmente, in un semplice discorso tra conoscenti è permesso scherzare, anche a tema. Lo dimostra il momento in cui Raiola esprime il proprio disappunto sul vociferare di un interessamento della Roma per il suo cliente. E lo fa citando una frase del “Presidente del Consiglio”, oppure raccontando la chiamata (tentativo per convincere lo svedese ad approdare a Roma) di Chivu. Il Presidente del Consiglio ha detto a Baldini che i romanisti sono scemi”\r\n

\r\n

(Juvenews.net e Forzajuveblog.com)