Morata alla Juventus ancora in prestito senza sconto, quando l’annuncio?

Ad inizio della settimana prossima la Juve annuncerà di aver rinnovato il prestito di Alvaro Morata

alvaro morata juventus prestito

In attesa di capire quale sarà il destino di Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo, la Juventus ha in attacco una certezza: Alvaro Morata resterà un’altra stagione in bianconero. Anche se il centravanti spagnolo continua  a non sbilanciarsi sul proprio futuro, la decisione a Torino è stata già presa, con il benestare di Massimiliano Allegri. La Juve rinnoverà il prestito come previsto dagli accordi stipulati prima della stagione scorsa. Perché l’annuncio ufficiale però non è ancora arrivato? Il motivo è semplice.

Morata resta alla Juventus anche senza sconto

Negli ultimi giorni, la dirigenza della Juve ha provato a rinegoziare le cifre dell’accordo con l’Atletico Madrid, ma gli spagnoli sono stati irremovibili. Nonostante si sia registrata una disponibilità a trattare sulla cifra del riscatto, sul rinnovo del prestito i Colchoneros non ne hanno voluto sentire. Cherubini sperava di ottenere uno sconto di un paio di milioni, ma preso atto dell’irremovibilità degli spagnoli, si è sostanzialmente rassegnato. La società bianconera staccherà un assegno da 10 milioni e tratterrà per un altro anno Morata a Torino, poi al termine della prossima stagione si lavorerà per trattare il riscatto ad una cifra inferiore dai 35 milioni pattuiti. L’annuncio ufficiale dell’operazione avverrà, a meno di sorprese, all’inizio della prossima settimana, tra lunedì e martedì.

Allegri e il via libera a Ronaldo

Allegri ha già allenato Morata per due stagioni tra il 2014 e il 2016, conosce molto bene il calciatore e l’uomo, ragion per cui sa quanto potrà dare alla causa. Il resto poi dipenderà dai partner di reparto che gli saranno affiancati. C’è la volontà, infatti, di mettere Dybala al centro del progetto, ma senza andare oltre una proposta di prolungamento a 10 milioni netti l’anno. Per Cristiano Ronaldo, invece, giungono conferme del fatto che il tecnico livornese avrebbe sostanzialmente confermato che se il portoghese lasciasse la Juventus, non si straccerebbe le vesti.