Champions League 2016-2017 Primo Piano

Monaco prossimo avversario della Juve in Champions: la scheda

monaco scheda
Scritto da Redazione JM

Scopriamo assieme il Monaco, il prossimo avversario della Juventus in semifinale di Champions League: Mbappé è la freschezza, Falcao l’esperienza

Sarà il Monaco il prossimo avversario della Juventus in Champions League. I monegaschi saranno l’ostacolo che i bianconeri dovranno superare se davvero vogliono raggiungere la finale di Cardiff. Qualcuno dice che Allegri e i suoi siano stati assai fortunati, poiché hanno evitato in un sol colpo sia il Real Madrid, sia l’Atletico Madrid. In realtà, il Monaco è una delle squadre che ha espresso il miglior gioco sia in Ligue 1 sia in Champions, ragion per cui serviranno due grandi partite a Buffon e soci.

MONACO: CARATTERISTICHE, PUNTI DI FORZA E PUNTI DEBOLI

Il Monaco di oggi è una squadra diversa rispetto a quella affrontata nel 2015 ed eliminata ai quarti di finale, seppur non senza difficoltà (1-0 a Torino e 0-0 a Monaco). Oggi come allora c’era il portoghese Jardim in panchina, un tecnico che si dice piaccia molto al presidente bianconero Andrea Agnelli. La squadra del 2015 era molto solida, ma meno tecnica ed imprevedibile. Oggi il Monaco ha qualità da vendere, oltre che freschezza atletica, impersonata più di tutti da Mbappé (definito “il nuovo Henry”), Lemar, Mendy e Bernardo Silva. Da non dimenticare nemmeno l’obiettivo bianconero Bakayoko, pilastro del centrocampo, e l’esperienza di Falcao: il colombiano è tornato su buoni livelli dopo le deludenti esperienze inglesi e fin qui ha messo a segno 5 gol in Champions (più due ai preliminari).

I punti di forza sono la tecnica e l’imprevedibilità dei funamboli di centrocampo e dell’attacco, mentre in difesa i monegaschi si difendono assai bene sulle palle alte. La Juventus dovrà dunque evitare lanci o cross dalla trequarti, facilmente preda di Glik e soci. Tra i punti deboli c’è proprio una sorta di fragilità difensiva (16 i gol subito in Champions fin qui contro i 2 della Juventus): la linea a quattro di Jardim soffre molto gli scambi rapidi a terra e gli uno contro uno in velocità. Gente come Higuain e Dybala, insomma, dovrebbe andarci a nozze.

MONACO: FORMAZIONE TIPO E TITOLI

Il modulo preferito da Jardim è il 4-4-2 con la seguente formazione tipo: Subasic; Sidibé, Glik, Jemerson, Mendy; Silva, Bakayoko, Fabinho, Lemar; Mbappé, Falcao. Lo score di quest’anno in coppa è di 6 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, cui si aggiungono 4 partite dei preliminari (3 vittorie e una sconfitta). Nella bacheca del Monaco ci sono 7 Ligue 1, 5 coppe di Francia, 1 Coppa di Lega e 4 Supercoppe nazionali, nessun titolo internazionale.

Commenta