Calciopoli & Co Interviste

Moggi: “Calciopoli una macchinazione per far fuori la Juventus”

Scritto da Redazione JM

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, torna a parlare di Calciopoli dalle pagine de ‘La Padania’: “Milan e Inter sapevano degli arbitri. Tutte le squadre venivano a conoscenza delle designazioni arbitrali riguardanti gli assistenti via telefono, non era un reato. Bisognerebbe, invece, capire il senso di un sms ricevuto da Meani in cui era scritto: ‘arbitro Trefo (Trefoloni ndr), non mollate, siamo tutti con voì. Con voi chi? Con voi del Milan contro la Juve? In quello stesso giorno io seppi delle designazioni mezz’ora dopo Meani e non mi arrivarono mai certi messaggini telefonici come quello citato. E’ il frutto avvelenato del clima dell’estate del 2006 e ha riportato indietro l’orologio di cinque anni. Calciopoli è un’enorme e vergognosa macchinazione ai danni della Juventus, una squadra che è stata aggredita da una campagna di stampa colpevolista, scatenata dagli invidiosi che a causa della formidabile squadra bianconera potevano a mala pena raccogliere quanche briciola. La mia sola colpa è stata quella di indugiare troppo in battute ed esagerazioni al telefono, dimenticando che nel mondo del calcio abbondano squali e pescecani”.

7 Commenti

  • Moggi ha pienamente ragione, Calciopoli è stata costruita a arte per far fuori la juve. il potere come Moggi ha sempre detto è a Milano!!!!! li sono stati definiti i giochi sporchi tra Galliani, alias Berlusca, Moratti (p.d.m.) alias Trochetti Provera (altro p.d.m.) e Elkan alias Montezemolo. come si fa a definire una sentenza in pochi giorni con a capo il signor Rossi (altro p.d.m.) facente parte del cda Telecom, quindi Tim, quindi il main sponsor del calcio da diversi anni a questa parte?????. ma la verità, come sempre, non verrà mai a galla, spero almeno che venga tolto lo scudetto di cartone all’Inter.\r\nPirelli-Fiat-Telecom-Mediaset….Luciano Moggi, un semplice impiegato ferroviario che diventa più forte e importante di tutti i vari laureati, bocconiani, ricconi incapaci avrebbe mai potuto resistergli se non si fossero coalizzati???? il grande Gianni Agnelli questo non lo avrebbe mai permesso. \r\n\r\nIo sto con Moggi

  • @magic66 ..io è da mò che vado dicendo ciò!! ..cmq i vecchi della juve hanno fatto la loro parte, e che parte!!!

  • HAI DIMENTICATO IL NAPOLI E CHI COMANDA LA CITTA, E POI L INTER NON POTEVA FESTEGGIARE IL CENTENARIO DA ETERNI PERDENTI GUARDANDO LA GRANDE JUVE VINCERE LA TERZA STELLA …..

  • in tutta questa situazione quello che non riesco a capire è la società con tutte la prove di Napoli ancore ha chiesto l’articolo 39 forse vogliono mettere tutto a tacere

  • E’ vero che elkaan voleva far fuori giraudo e moggi, ma non poteva farlo perche’ erano troppo bravi e competenti…..pero’ grazie a calciopoli, scatenato ad arte da galliani in primis, (un altro che voleva far fuori moggi) Elkaan e montezemolo approffittarono dell’occasione per liberarsi di quei due diventati troppo potenti. Moggi disse ed ha pure confermato di aver detto, in questi giorni…testuale:”maledetto il giorno che sono andato a palazzo Grazioli a parlare con Berlusconi”….Il berlusca lo voleva al milan perche’ era stanco di tirar fuori milioni di tasca sua mentre con moggi la juve non solo non tirava fuori piu’ un euro, ma era diventata pure un affare, come ebbe a dire il compianto Avv. Agnelli. Galliani temendo di perdere il potere all’interno del Milan, ha scatenato calciopoli per far fuori moggi, e mi pare ci stia riuscendo alla grande. Tutti continuano a parlare solo di moratti, e dell’inter contro la juve….ma nessuno parla dei veri manovratori e padroni del calcio italiano….zio fester ed il nano….altro che denti marci…..forza juve

  • uhm..io non ne sono convinto affatto!!! Per me è stata la NUOVA-INFAME- juve..altrochè!! ..cmq Il Direttore avrà le sue buone motivazioni per dire ciò, io non le capisco, ma se lo dice vuol dire che forse..

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi