Milik continua a bloccare l’arrivo di Dzeko alla Juventus, Giroud alternativa

La Juve è ancora senza una prima punta: ecco come stanno le cose

milik dezko giroud juventus

La questione attaccante continua ad essere rebus per la Juventus. La ricostruzione la fanno oggi il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport. Luis Suarez è ormai uscito dai radar della Vecchia Signora, ma farà ugualmente l’esame che gli consentirà nei prossimi mesi di ottenere la cittadinanza italiana. Scopriremo in futuro a cosa gli servirà, visto che la Juve ha deciso di mollarlo una volta compreso che non ce l’avrebbe fatta entro il 5 ottobre e che tesserarlo dopo, da svincolato, avrebbe impedito il suo inserimento nella lista Uefa.

Milik blocca Dzeko e sogna la Juventus

Edin Dzeko (34) è diventato l’obiettivo numero uno, ma il bosniaco è strettamente legato ad Arkadiusz Milik (26). Per il centravanti polacco c’è l’accordo totale tra Roma e Napoli per un’operazione da 30 milioni totali tra fisso e bonus, ma il diretto interessato continua a dire no ai giallorossi. Dopo aver raggiunto l’accordo di massima con la Juventus quando ancora c’era in panchina Maurizio Sarri, l’ex Ajax non vuole abbandonare il sogno di vestire la maglia bianconera. Anche a costo di restare al Napoli da separato in casa per un’intera stagione, visto che De Laurentiis alla società bianconera non sembra volerlo cedere alle stesse condizioni concesse ai giallorossi.

Alla fine arriva Giroud?

Senza il suo sì, dunque, i giallorossi non lasceranno andare a Torino Dzeko (accordo totale tra i club sulla base di 16 milioni di euro, mentre al bosniaco ne andrebbero 7,5 l’anno per due-tre anni) ed è inevitabile, in questo caso, pensare ad un’alternativa. Alla fine, insomma, il “rischio” per questa stagione, è che ci si debba “arrangiare” con un ripiego del ripiego. In questo caso, il prescelto sarebbe Olivier Giroud, che si libererebbe dal Chelsea pagando un indennizzo ai Blues da 5 milioni di euro.