in , ,

Milan Juventus: niente da fare per Dybala (Video)

milan juve allenamento

Verso Milan Juventus: a due giorni dalla sfida di San Siro, i bianconeri si sono allenati oggi a Vinovo, ma nel gruppo non si è visto ancora Paulo Dybala. L’attaccante argentino, fermo per un problema muscolare da un paio di settimane, sarà sicuramente preservato contro i rossoneri. L’ex Palermo oggi ha lavorato ancora a parte e a questo punto l’obiettivo di Allegri e del suo staff è quello di averlo abile e arruolabile in vista della sfida del prossimo 17 aprile proprio contro i rosanero.\r\n\r\nL’allenamento di questa mattina è stato incentrato prima su un riscaldamento con percorso ad ostacoli, poi allunghi, scatti e infine la tattica. Pogba, Mandzukic e compagnia, hanno provato alcuni schemi con conclusioni in porta. Domani, la Juventus si allenerà ancora al mattino e alle 14 invece parlerà Massimiliano Allegri in conferenza stampa.\r\n

Milan Juventus: parla Barzagli

\r\nOggi, invece, di Milan Juventus ha parlato il difensore Andrea Barzagli, raggiunto a Vinovo dai microfoni di Sky Sport:\r\n\r\n“Vincere a Milano sarebbe un passo importante verso lo scudetto – ha detto l’esperto centrale – , anche perché mancherebbe una partita in meno e saremmo più vicini al traguardo”. \r\n\r\nDopo aver allungato sul Napoli, il vantaggio di 6 punti dà maggiore sicurezza alla Signora, ma non bisogna distrarsi:\r\n\r\n“Sentirsi forti è una questione di testa e di lavoro – aggiunge – Non si deve pensare di esserlo più degli altri con presunzione. In questi anni lo siamo diventati e sentiamo di meritare la posizione in classifica, ma rimaniamo sempre con i piedi per terra. Qual è il nostro segreto? La qualità dei giocatori intanto. E poi, ancor più importante, la mentalità che ti trasmette questo club, l’importanza dell’indossare questa maglia, la volontà di vincere ogni anno e di continuare a farlo”.\r\n\r\nPeccato per l’eliminazione dalla Champions League, i quarti di finale stanno confermando che la Juve se la sarebbe giocata con chiunque:\r\n\r\n“Un po’ rode. Ho grandi rimpianti – ammette Barzagli – per gli ultimi minuti di Monaco: abbiamo giocato contro una delle più forti e se fossimo passati credo avremmo avuto molte chance di continuare il cammino. Forse ancora non siamo come quelle due, tre squadre che possono dire di essere favorite per la Champions, ma abbiamo dimostrato di essere tra le prime quattro o cinque squadre d’Europa”.\r\n\r\nQuanto al futuro dei difensori italiani, la ‘Roccia’ non ha dubbi: punta tutto su Rugani e Romagnoli:\r\n\r\n“Credo che ce ne siano due in Italia, uno è Daniele Rugani, ed è nostro, l’altro è Romagnoli, che è molto bravo e ha personalità. Dietro però vedo il vuoto e non so perché. Credo serva più fiducia per lanciare i giovani, anche se, chiaramente, per giocare si deve essere bravi. Rugani e Romagnoli hanno dimostrato di esserlo, ma mi auguro che oltre a loro nei prossimi anni ci sia una generazione in grado di sfornare diversi difensori forti”, conclude.\r\n\r\n[jwplayer player=”1" mediaid=”88188"]