Mercato ultime ore: per Milenkovic duello Juve-Tottenham

Tra la Juventus e Milenkovic si mette di mezzo Paratici

mercato ultime ore Milenkovic juventus tottenham

La Juve rimane sempre molto vigile su Nikola Milenkovic, difensore che la Fiorentina dovrà con ogni probabilità vendere in questa sessione di mercato. Il 23enne nazionale serbo, infatti, è all’ultimo anno di contratto e da febbraio prossimo potrà accordarsi con la sua nuova squadra a parametro zero. Inutili i tentativi fatti fin qui da Commisso e i suoi uomini per convincerlo a restare, poiché il ragazzo è forte degli apprezzamenti di club importanti, che gli hanno messo sul piatto ingaggi superiori.

Mercato ultime ore: Paratici sfida la Juve

Secondo quanto riferisce oggi il Corriere dello Sport, tra i club che stanno seguendo con attenzione gli sviluppi della situazione Milenkovic c’è la Juventus. Attenzione, però, perché anche il Tottenham, secondo il Corriere dello Sport, si sarebbe inseriti nella corsa al serbo. Superfluo ricordare che il difensore viola fosse un pallino di Fabio Paratici, che ora lavora proprio per gli Spurs. È tutto sostanzialmente nella mani della proprietà della Fiorentina, che deve decidere se accettare una cifra congrua oppure andare a perdere il calciatore a zero.

Cherubini sogna il colpo a zero

Dopo aver rifiutato in inverno 40 milioni di euro, Commisso ha inizialmente chiesto 30 milioni questa estate. Fin qui, risulta che l’offerta più alta giunta dalla Premier League sia di 18 milioni di euro e che il patron viola si sia mostrato disponibile a chiudere per 20. Insomma, col passare delle settimane e l’avvicinarsi della chiusura del mercato estivo, il prezzo potrebbe abbassarsi ancora. Altrimenti, il club toscano chiuderebbe con un pugno di mosche. La posizione della Juventus è quella di non andare oltre 15 nel caso in cui dovesse partire Demiral. In alternativa, si punterà al tesseramento a parametro zero, concorrenza permettendo.

A proposito del centrale turco: confermate le voci di una sua richiesta per un impiego più costante, fin qui Federico Cherubini non ha ricevuto oferte congrue alla valutazione, ovvero 40 milioni di euro.