Mercato: Solskjaer chiama Ronaldo, contatto Mendes-United

Il nodo è l’ingaggio di CR7: il club di Manchester non vuole arrivare a 31 milioni di euro

mercato ronaldo manchester united

“Lo rivorrei in squadra”: Ole Gunner Solskjaer, ex compagno di Cristiano Ronaldo e attuale allenatore del Manchester United, accoglierebbe il portoghese a braccia aperte. Con il Real Madrid che si è chiamato fuori, potrebbero essere proprio i Red Devils a sollevare il bilancio della Juventus di una cifra importante qualora CR7 decidesse di non proseguire più in bianconero. Molto dipenderà anche dalla conclusione di questa stagione, perché ovviamente senza Champions League il 5 volte pallone d’oro non rimarrebbe a prescindere a Torino.

Mercato: Ronaldo e l’incognita Juventus

La Gazzetta dello Sport di oggi sottolinea che Ronaldo, che ha un contratto valido fino al 2022 con la Juventus e percepisce uno stipendio da 31 milioni netti, non è contento. Pensa che il futuro dei bianconeri sia un incognita e per questo avrebbe dato mandato a Jorge Mendes di guardarsi attorno per cercare una soluzione altrettanto prestigiosa. E il Manchester United, club cui è rimasto molto legato a livello personale, potrebbe essere la soluzione ideale. Il club inglese sembra tornato stabilmente nell’Olimpo del calcio nazionale e in Europa dovrebbe finalmente ripresentarsi la possibilità di giocare in Champions.

L’offerta del Manchester Untied a CR7

La questione, dunque, è meramente economica, perché Ronaldo avrebbe manifestato la volontà di rinunciare ad una fetta dell’ingaggio, ma senza scendere sotto i 20 milioni. Di recente, indiscrezioni provenienti dall’Inghilterra parlavano di una proposta a Mendes da 17 milioni di euro, ovvero lo stesso stipendio percepito da Pogba. Attualmente, il più pagato tra i Red Devils è il portiere De Gea (22 milioni), ma pare sia stato messo sul mercato anche per alleggerire il monte stipendi.

Insomma, strada in salita per un eventuale ritorno di Ronaldo allo United, anche perché ci sarebbe da pagare il cartellino alla Signora (circa 30 milioni). L’impressione è che alla fine il portoghese rimarrà a Torino anche per mancanza di grandi alternative. Del resto il tempo passa per tutti e Cristiano a 36 anni non è più un investimento sul futuro.