Roma-Juve è già cominciata: assalto alla bandiera e tradimento

Il mercato di bianconeri e giallorossi si intreccerà la prossima estate: si profila un clamoroso scippo.

mercato juve roma cuadrado serie a
(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Nella settimana di Roma-Juve la gara di domenica sera è solo l’appendice. Tante le notizie uscite in questi giorni, fra mercato e interrogatori. E nella prossima estate una bandiera potrebbe cambiare maglia, scegliendo proprio i rivali.

Domenica sera all’Olimpico va in scena Roma-Juve. Gara importante per entrambe, visto che i giallorossi arrivano dalla clamorosa sconfitta con la Cremonese, mentre i bianconeri dopo il derby puntano alla rimonta Champions. La partita però è già cominciata fuori dal campo. Tra la deposizione di Dybala che vuole stipendi arretrati e l’ex segretario della Juve – oggi alla Roma – che parla di documenti nascosti nelle valigette, il fischio di inizio è arrivato.

Mercato Juve, la Roma osserva Cuadrado: il colombiano non rinnoverà con i bianconeri

mercato juve roma cuadrado serie a
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Juan Cuadrado lascerà la Juve a parametro zero. Non è ancora compiuta del tutto la scelta, ma è altamente probabile che in estate le strade si separeranno. Dopo 8 anni e quasi 300 presenze – ne mancano 6 per conquistarsi il diritto di esporre la propria maglia al J Museum -, il colombiano è pronto a dire addio. Già nella scorsa estate si pensava che il giocatore lasciasse Torino, salvo poi avvalersi di una clausola di rinnovo automatico per una ulteriore stagione. Ora però, salvo sorprese clamorose, la situazione è diversa e il 30 giugno prossimo sarà l’ultimo giorno di contratto.

E dunque Cuadrado diventa un’idea concreta per la Roma. A costo zero, con ingaggio sicuramente più basso rispetto ai 5 milioni di euro che percepisce attualmente alla Juve, il colombiano rappresenterebbe il rinforzo ideale per le strategie giallorosse e compatibile con i paletti del fair play finanziario. La situazione legata a Karsdorp è rientrata, ma Celik non ha convinto e Josè Mourinho sulla corsia destra non ha alternative. Ecco quindi che l’ex Udinese, Lecce e Fiorentina diventa un profilo da seguire con attenzione. Grande esperienza in Serie A e a livello europeo per un giocatore che a maggio compirà 35 anni. L’unico punto di domanda riguarda le sue condizioni fisiche, visto che quest’anno da quel punto di vista non è stato affidabile.