Mercato Juve: giorni decisivi per Khedira e Costa, De Sciglio resta

Paratici ha 7 giorni a disposizione per cedere gli elementi in esubero

mercato juve khedira douglas costa

Entra nel vivo l’ultima settimana di mercato e per la Juve, almeno in uscita, ci saranno alcuni nodi da sciogliere. È questione di ore l’addio di Sami Khedira, il cui fratello-agente è atteso a Torino oggi, al massimo domani. Al tedesco è stata offerta una buonuscita da 2,5 milioni di euro, anche se da contratto gliene spetterebbero 6. C’è da risolvere anche la grana delle commissioni, che spetterebbero proprio a chi ne cura i suoi interessi per l’ultimo anno di permanenza a Torino. C’è ottimismo per la risoluzione, ma se così non fosse, Khedira rimarrebbe fino a gennaio da separato in casa e sicuramente fuori dalla lista Uefa per la Champions League.

Mercato Juve: per Douglas Costa non c’è posto

In sette giorni Fabio Paratici proverà a trovare una sistemazione anche a Douglas Costa, esterno brasiliano che nel 3-4-1-2 di Pirlo non ha spazio. Il brasiliano è stato chiamato in causa due volte a gara in corso per spaccare la partita, ma non è stato granché utile. L’uscita del brasiliano farebbe posto in lista Uefa ad Alvaro Morata, ma se ci fosse un’altra cessione, poi, si potrebbe davvero sperare ad un acquisto di Federico Chiesa con la formula del prestito con diritto/obbligo di riscatto. C’è l’apertura del patron viola Commisso.

Un altro anno in bianconero per De Sciglio

L’eventuale arrivo di Chiesa, spingerebbe via un difensore e tutti gli indizi portano a Daniele Rugani. Mattia De Sciglio, per la precaria situazione dei terzini, è destinato a restare un altro anno. Il centrale, invece, ha richieste da Newcastle e West Ham. L’intenzione è quella di monetizzare perché Pirlo si sente abbastanza tranquillo con Bonucci, Chiellini, Demiral e de Ligt, che tornerà tra un mese.