Editoriali

Mercato estivo 2017: per la Juventus è un bel 7,5

Mercato juventus estate 2017 matuidi
© foto www.imagephotoagency.it
Scritto da Redazione JM

Concluso il mercato estivo 2017, alla Juventus è mancata forse la ciliegina sulla torta, ma il voto è più che positivo, l’analisi reparto per reparto

Il mercato estivo 2017 si è concluso e secondo noi la Juventus merita un bel 7,5. In queste ore un po’ tutti hanno dato i loro voti, dagli addetti ai lavori ai semplici tifosi e sono proprio questi i più critici con la dirigenza bianconera. Una buona fetta di supporters bianconeri ritengono addirittura la campagna acquisti molto insufficiente con la squadra che si sarebbe molto indebolita. È giusto che ciascuno si faccia la propria idea, ma tra il “siamo i più forti del mondo, vinciamo tutto” e l’immancabile “moriremo tutti, andiamo in B etc etc”, noi preferiamo analizzare reparto per reparto le operazioni compiute, tenendo a mente il fatto che norme alla mano, avevamo 25 posti per la lista Serie A e 23 per la lista Champions (a causa della mancanza di due calciatori cresciuti nel vivaio). Ah, dimenticavamo: i conti, quelli veri, si fanno sempre a maggio.

Portieri

Sono andati via Neto (Valencia) e Audero (Venezia), sono arrivati Szczesny e Pinsoglio. In questo reparto, a nostro avviso, si è migliorato e non poco: il numero uno della nazionale polacca ha superiore esperienza internazionale rispetto al brasiliano e sembra essere più pronto per la sostituzione di Buffon. Pinsoglio, invece, è reduce da un girovagare per i campi di B che lo ha reso più esperto e sicuramente più affidabile del pur giovane e promettente Audero.

Difesa

Sono andati via Bonucci e Dani Alves, sono arrivati De Sciglio e Howedes. Innanzitutto è bene sottolineare subito come ciascun giocatore abbia le proprie caratteristiche, quindi fare dei paragoni “uomo contro uomo” non è mai una cosa “affidabile”. Ricercare nel tedesco ultimo arrivato caratteristiche del difensore del Milan è sbagliatissimo: sono due calciatori diversi, uno leader assoluto in caso di difesa a tre, meno affidabile a quattro, l’altro eclettico e adattabile ad ogni ruolo. Campione del Mondo in carica, Howedes si adatta a centrale destro, centrale sinistro, terzino destro e terzino sinistro. Un jolly di comprovata esperienza internazionale, con un anno in meno rispetto a Bonucci. A chi dice “è un panchinaro, l’anno scorso non ha mai giocato”, i dati dicono: 46 presenza, 4.170 minuti giocati, contro le 45 presenze di Bonucci e 3.741 minuti giocati.

Dani Alves e De Sciglio non sono lontanamente paragonabili e per diversi motivi: il primo era stato acquistato per fare il terzino e alla fine si è giocato il posto di attaccante esterno destro con Cuadrado. Il secondo, va ricostruito più mentalmente che altro e se tornerà quello degli Europei, potrà essere molto utile. In questo reparto abbiamo qualcosa in meno? Forse, ma Howedes è tanta roba, vedrete.

Centrocampo

Sono usciti Rincon e Lemina, due che praticamente non giocavano mai, e sono entrati Matudi e Bentancur. Il francese l’anno scorso era considerato il “colpo che ci avrebbe fatto vincere la Champions”, è arrivato con un anno di ritardo e sembra sia il nuovo Hernanes… Il francese completa con le sue caratteristiche quello che hanno dato e hanno ancora da dare Pjanic, Khedira e Marchisio. Occhio al giovane uruguayano, che ha mostrato fin qui di avere personalità da vendere, di non sentire il peso della casacca della Juventus e di essere adattabile a diversi ruoli e moduli. In mediana abbiamo qualcosa in più quest’anno, anche se è proprio in questo reparto che ci si attendeva un top assoluto.

Attacco

È stato ceduto Kean al Verona in esxtremis per consentirgli di giocare con continuità, ma il commento più frequente di oggi è: “ora siamo rimasti senza attaccanti di scorta”. Scusate se ad Higuain e Mandzukic (uno che da prima punta ha vinto tutto quello che c’era da vincere a livello nazionale e internazionale, Champions e Intercontinentale inclusa), possiamo oggi sommare Dybala, Cuadrado, Douglas Costa e Bernardeschi. L’argentino è stato corteggiatissimo nel mercato estivo 2017 e averlo trattenuto è il miglior colpo in assoluto (secondo posto per Alex Sandro), mentre il colombiano ha già dimostrato in queste prime partite che pur rimanendo a volte indisciplinato, è sempre bene averlo dalla propria parte. Douglas Costa e Bernardeschi non hanno ancora avuto modo di mettersi granché in mostra, ma se ci avessero detto un paio di stagioni fa che avremmo preso l’esterno brasiliano del Bayern che ci dominava ad ogni contro diretto, non ci avremmo creduto. All’ex viola va dato tempo, giocare alla Juve non è ugual cosa che giocare con la Fiorentina. Sa adattarsi al ruolo di prima punta, di esterno d’attacco e all’occorrenza addirittura a mezzala in un centrocampo a 3. Anche in questo reparto, dopo il mercato estivo 2017, senza dubbio, siamo più forti e più assortiti.

1 Commento

  • se si può fare un commento, in porta siamo migliorati, in attacco siamo migliorati.
    In difesa siamo peggiorati, ma non perchè abbiamo perso Bonucci, magari Howedes si dimostrerà pure migliore di lui, ma perchè sappiamo già che Barzagli e Chiellini salteranno partite per infortuni vari e soprattutto perchè a destra siamo a livelli bassissimi (Licht doveva andare via già due anni fa’, DeSciglio addirittura è costato 12 milioni e non vale Lazzari della Spal, per dire un nome a caso in serie A). A sinistra siamo uguali ad anno scorso, ma Asa voleva andare via, quindi speriamo che sia rimasto da noi con la voglia.
    A centrocampo siamo uguali, spero. Marchisio e Khedira salteranno partite per infortunio così come Barza e Chiello. Hai dato via quasi tutti gli scarsi che avevamo anno scorso (rincon, lemina, purtroppo è rimasto quello scarpone di sturaro) e ciò è ottimo, poi hai azzeccato Matuidi e speriamo pure Betancourt, devi sperare che Pjanic non abbia mai un raffreddore.
    Manca l’acquisto del giocatore che deve farti fare il salto di qualità, o non l’hanno trovato oppure non hanno voluto spendere. Ma manca un giocatore così da quando hai dato via Vidal e poi Pogba, ogni sessione di mercato è la stessa storia, cerchiamo il centrocampista che faccia la differenza e puntualmente non arriva mai.

    Poi però tante situazioni mediocri che abbassano di molto il vostro voto.
    La gestione dilettantesca del caso Spinazzola, in cui l’atalanta che ci è tanto amica, si è impuntata su di lui (probabilmente perchè ci ricavava poco, non essendo suo giocatore) e tu gli hai pure prestato un ottimo giocatore come Orsolini per 2 anni!!!
    La gestione orribile del caso Schick, già preso e poi mollato perchè “con noi non ha passato le visite mediche”. Si però intanto per gli altri è buono così. Schick è uno di quei pochi giocatori (come Milinkovic-Savic e pochi altri in italia) su cui TUTTI gli addetti ai lavori (non i giornalisti) sono concordi che diventerà un grande giocatore. Può essere un rimpianto alla verratti secondo me, se davvero diventerà un grande giocatore. Il lavoro di Nedved è stato buttato tutto alle ortiche…
    Poi il solito finale in cui sembra che ti interessano tutti per trovare la ciliegina sulla torta e in realtà stai chiedendo solo gente gratis in prestito, quindi solo panchinari o simili, per ricevere dei 2 di picche da tutti e poi dichiarare alla stampa “Beh, anche quest’anno non siamo riusciti a cogliere le occasioni giuste”.

    Voto 6,5 per bernardeschi, sennò era anche meno.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi