McKennie: non solo autografi senza mascherina, le nuove accuse

Il centrocampista della Juventus sarebbe stato escluso dalla nazionale USA per cose più gravi

mckennie donovan accuse

Cosa ha combinato Weston McKennie nel ritiro della nazionale USA? Ieri via abbiamo parlato del video che riprende il centrocampista della Juventus mentre firma autografi senza mascherina, una cosa comunque vietata dal regolamento interno alla federazione americana. Il ct Gregg Berhalter lo ha rispedito subito in Italia, escludendolo anche dalla prossima partita contro l’Honduras, lasciando intendere che la violazione dei protocolli, di cui McKennie si è autoaccusato, sia più grave di quel che si pensi.

Donovan: “So cosa ha fatto McKennie”

A metterci il carico ci ha pensato Landon Donovan, ex stella del calcio a stelle e strisce che, intervenendo al podcast Futbol dopo aver parlato con lo staff della nazionale, ha rivelato: “Sono incredibilmente deluso da McKennie, quello che ha fatto è quasi irreparabile. Dirò solo che sono al corrente di quello che è successo. Non lo annuncerò pubblicamente – prosegue – Questa è una settimana della tua vita con tre partite enormi, non solo per te ma per i tuoi compagni di squadra e per il tuo paese per andare a una Coppa del Mondo e il livello di egoismo in quel momento è incomprensibile per me. Onestamente, è incomprensibile”.

Il texano rientra a Torino: la Juve che fa?

Il mistero rimane, poiché al momento nessuno sembra avere voglia di rivelare cosa abbia fatto McKennie. Certo è che dopo le ultime uscite del ct USA e di Donovan, sembra proprio l’abbia fatta grossa. La Juventus ne terrà conto e lo escluderà dalla partita di sabato contro il Napoli? Vedremo.