Interviste

Matuidi: “Per il bene della squadra giocherei in qualsiasi ruolo”

matuidi francia juventus

Continua il momento d’oro per Blaise Matuidi: gol e assist con Juventus e nazionale, l’ex PSG pupillo di Deschamps e Allegri

Blaise Matuidi sta vivendo un momento d’oro sia alla Juventus sia in nazionale. Dopo la conquista del Mondiale con la Francia, l’ex PSG sta continuando a giocare molto bene confezionando anche gol e assist ni percentuale superiore rispetto alla sua media. Merito degli allenatori che in questo momento lo stanno facendo rendere al meglio, ossia il ct transalpino Didier Deschamps e il tecnico bianconero Massimiliano Allegri: L’assist in fondo fa parte del mio mestiere – dichiara alla Gazzetta dello Sport parlando dell’assistenza fornita in nazionale a Mbappé – . Magari ala sinistra non è il mio posto ideale, ma so adattarmi. Sono pronto a dare tutto perla squadra. Se poi arriva anche il gol grazie al mio contributo, è ancora più piacevole”.

Il ruolo di centrocampista centrale è quello a lui più congeniale, ma spesso si adatta a mezzala o addirittura ad esterno sinistro. Ad Allegri, Matuidi non dice mai di no e il campo lo ripaga puntualmente: “Alla Juventus le posizioni rimangono più o meno le stesse, ma abbiamo il dovere di migliorarci sempre. Allegri di certo non è cambiato e sappiamo che con lui dobbiamo lavorare sempre”. Soprattutto se la Juve ha come obiettivo dichiarato la Champions League, in cui ci sarà da affrontare Paul Pogba: “Il nostro è un gruppo difficile – continua Blaise – . Non solo per il Manchester United, ma anche per il Valencia. Però saranno belle partite. Siamo pronti. Abbiamo lavorato duro in allenamento proprio per giocarci tutte le nostre carte sia in campionato che in Champions. Abbiamo una squadra molto forte, con molti giocatori che potranno esprimersi durante la stagione. Con Paul comunque ci abbiamo scherzato su, ci siamo dati appuntamento in campo”.

Infine, una battuta sull’arrivo di Cristiano Ronaldo, che fin qui è rimasto ancora a secco, ma ha un peso specifico in campo e nello spogliatoio che non ha eguali. “Ronaldo ha qualcosa di diverso. Stiamo parlando di uno che ha vinto cinque Palloni d’oro. Possiamo dire che è il migliore al mondo e non possiamo che essere felici di averlo con noi. Ci porta di sicuro la sua esperienza. È uno che ha vinto tanto, soprattutto in Champions. Ci sarà di aiuto nei momenti cruciali della stagione. Lo vedremo all’opera – conclude Matuidi – , stavolta dalla nostra parte”.

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi