in

Marotta: “La Juventus è un modello, domineranno ancora per qualche anno”

marotta juventus

Giuseppe Marotta, ad dell’Inter, è tornato a parlare di Juventus ospite stamane di Radio Anch’Io lo Sport su Radio 1. Dopo aver dichiarato qualche tempo fa che i nerazzurri fossero vicini al livello del club bianconero, l’ex dirigente della Vecchia Signora sembra ora fare marcia indietro. “Il passaggio dalla Juventus all’Inter? Un po’ di difficoltà d’inserimento c’è stata – ammette – , il passaggio dalla Juventus all’Inter comporta delle differenze oggettive per conoscere la vita del club. Faccio da 42 anni questo lavoro e ho fatto in media 5 anni in una società, per cui per me è abbastanza normale. Il gap con la Juventus? L’esperienza è un elemento importante in questo mondo pieno di insidie. Il gap è sicuramente notevole, legato soprattutto ad un aspetto economico per il fatturato”.

Marotta: “La Juventus continua a crescere”

È inevitabile, dunque, che anche per l’Inter la Juve sia il modello da seguire, dentro e fuori dal rettangolo di gioco. Chi vuole crescere deve guardare a ciò che hanno fatto i campioni d’Italia in questi anni, tra stadio, nuovo centro tecnico, sede e quant’altro… “Ci sono molte diversità fra loro e gli altri. La Juventus è un modello vincente – ammette Marotta – ma non solo per i risultati sul campo e modello economico, ma è proprio di riferimento. L’Inter ha cambiato di recente tre proprietà e certe dinamiche non sono controllate fino in fondo, per cui è più facile che qualcuno esterni delle cose che alla Juventus non vengono esternate. Si dice nelle ultime settimane che lo scudetto sia rappresentato dalla lotta Champions, questo perché la Juventus continua a crescere e le altre non riescono a starle dietro. La potenza dei bianconeri è indiscutibile da ogni punto di vista e questo le garantisce il predominio nazionale ancora per qualche anno”.

Marotta: “Giusto mettere i ragazzini con la Spal”

Quando era dg e ad dell’area sport bianconera, Marotta è andato vicinissimo alla vittoria della Champions League. Quest’anno la Juve ci riproverà ed è dunque giusto che Allegri riservi le migliori energie alla coppa trascurando un campionato già vinto. “Lo ha anche dichiarato lo stesso Allegri. Il loro pensiero fisso è la Champions e anche se contro la Spal avesse giocato la migliore formazione avrebbero magari tolto la gamba pensando all’impegno con l’Ajax. La Juventus è l’unica squadra che partecipa al campionato delle seconde squadre ed aver preso dei ragazzi da lì. È un apripista importante – insiste l’ex dg – . La partita con l’Ajax? Nel turno precedente loro persero in casa con il Real Madrid e poi ribaltarono tutto in Spagna, ma la Juventus ha tutte le carte in regola per superare il turno. Inter-Juventus? È il derby d’Italia – conclude – e si lasciano da parte tutte le valutazioni di classifica”.

Jmania.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.