Interviste

Marotta: “Goretzka ed Emre Can? Dipende da loro”

marotta manager anno 2017
Scritto da Redazione JM

Beppe Marotta ha parlato degli obiettivi stagionali della Juventus e del mercato che verrà a margine del premio “Manager dell’anno”

Beppe Marotta ha parlato a margine della consegna del premio ‘Manager dell’anno’: il dg e ad dell’area sport Juve ha toccato diversi temi. Innanzitutto, gli obiettivi dichiarati della stagione bianconera: “Scudetto? Non vincerlo sarebbe un fallimento sportivo – ha spiegato ai microfoni di Sky Sport – . Valutando il valore della nostra rosa riteniamo che dobbiamo essere candidati alla vittoria e quindi arrivare secondi o terzi sarebbe una sconfitta. La Champions? Ormai è diventata quasi un’ossessione”.

Ogni anno la Juventus ha fatto un gradino in più per avvicinarsi alla “coppa dalle grandi orecchie”, che però non è arrivata ugualmente. La Champions dipende da tanti fattori del resto, non è una corsa a tappe come un campionato. “Abbiamo fatto due finali in tre anni – prosegue Marotta – ma non abbiamo alzato il trofeo, questo deve servirci da incoraggiamento per fare meglio e riuscire finalmente ad alzare questa coppa”.

Dopo aver elogiato la maturità di Gonzalo Higuain, il dirigente dei campioni d’Italia ha sottolineato quali siano secondo lui i problemi di Paulo Dybala: “In questo periodo c’è una pressione molto forte su di lui. Ci ha abituato a vedere prestazioni straordinarie e quando ne fa alcune ordinarie iniziano le critiche. È un ragazzo giovane – insiste – , bisogna farlo maturare per permettergli di trasformarsi in campione”.

Marotta: “Rosa impone riflessioni”

Inevitabili, infine, le domande sul calciomercato: come già fatto altre volte, Marotta ha sottolineato come dalla finestra di gennaio non ci si debba aspettare chissà cosa, ma per giugno una riflessione la si dovrà fare considerato che andranno a scadenza diversi senatori e che altri giocatori in ruoli cardine non sono più dei ragazzini.

“Di problematiche profonde non ne abbiamo – sottolinea il dg della Juventus – , dobbiamo guardare avanti per cogliere le opportunità che ci si presentano. Non è facile perché è difficile trovare un giocatore da Juventus. Anagraficamente questa rosa in alcuni settori obbliga delle riflessioni, non le stiamo facendo ma ci rendiamo conto anche di avere dei grandi professionisti. Emre Can e Goretzka? Sono due parametri zero di lusso, non nascondo che noi siamo alla finestra come tante altre squadre. Sarà determinante la volontà dei singoli calciatori”, conclude.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi