Marca: il Real molla Pogba, via libera per la Juventus

Nonostante la richiesta di Zidane, il presidente Perez non è disposto a fare follie per il ‘Polpo’

real pogba juventus

Il Real Madrid si ritira dalla corsa a Paul Pogba, dando indirettamente via libera alla Juventus. Lo scrive oggi il quotidiano spagnolo Marca, secondo cui non ci sarà nemmeno la prossima estate il tanto atteso matrimonio tra il centrocampista campione del mondo e il club allenato dal suo connazionale Zinedine Zidane. Zizou lo avrebbe chiesto espressamente al suo presidente, ma Florentino Perez avrebbe detto ancora una volta no. In un momento di crisi per il calcio per via dell’emergenza coronavirus, il club spagnolo ha deciso di non spendere cifre folli per il cartellino e l’ingaggio di un solo giocatore.

Pogba: il Real si ritira, campo libero per la Juventus

Insomma, sembra che la strategia del Real sia quella di continuare a puntare sui giovani sudamericani, crescendo in casa i campioni del futuro. Anche se il Manchester United non può chiedere le cifre di cui si è parlato l’estate scorsa (tra 160 e 180 milioni per il cartellino), difficilmente si scenderà sotto i 100 milioni e poi c’è da fare i conti con uno stipendio da 17 milioni di euro annui. Ora la “patata bollente” passa sostanzialmente nelle mani di Fabio Paratici. Se davvero la Juventus vuole riportare a Torino Pogba, dovrà lavorare tanto di diplomazia con l’alleato Mino Raiola, potente agente del calciatore.

L’appello di Dybala: “Spero di rigiocare con Paul”

Ovviamente, per lui ci sarebbe un’altra sostanziosa commissione, ma prima dovrà intrecciare le necessità delle tre parti in causa: il suo assistito, i Red Devils e la Juve. La dirigenza bianconera propone in cambio alcuni dei calciatori non più ritenuti al centro del progetto di mister Sarri: Douglas Costa è uno dei sacrificabili e già seguito in passato dal Manchester United, ma non è escluso che si mettano sul piatto altri elementi. Ieri, intanto, Paulo Dybala, grande amico di Pogba, ha ammesso di voler tornare a giocare con lui: “Ammiro Paul come persona ancor più che come calciatore. Ho avuto la possibilità di condividere grandi cose con lui e spero di poterlo ripetere un giorno”.