Mandzukic: “Contento di aver lavorato con Allegri. Sarri? Ho già parlato”

Conferenza stampa di presentazione all’Al Duhail per Mario Mandzukic

mandzukic allegri sarri

Mario Mandzukic è stato presentato ufficialmente dall’Al Duhail, club qatariota nel quale gioca anche un altro ex Juve, Medhi Benatia. Dopo aver ringraziato nei giorni scorsi solo Beppe Marotta e Massimiliano Allegri, il centravanti croato lascia intendere indirettamente che non si sia lasciato benissimo con l’attuale tecnico e con la dirigenza bianconera. “Ogni allenatore è diverso, ho imparato qualcosa di nuovo da tutti e sono contento di aver lavorato con Allegri – ammette Mandzukic – . Ronaldo? Lo conoscono tutti, è un top payer, un giocatore incredibile. Lavora tanto su se stesso. Mi è piaciuto davvero giocare con lui, ci capivamo perfettamente”.

Mandzukic: “Sarri? Non voglio ripetermi”

Ancora elogi per l’ex tecnico della Juventus, nessuna considerazione di quello attuale: “Sarri? Non mi piace parlare del passato (anche Allegri è però il passato, ndr). Guardo avanti. Tutto quello che volevo dire l’ho messo sui social, non voglio ripetermi”. Il suo nuovo allenatore vorrebbe averlo a disposizione sin da subito, ma molto dipenderà dai prossimi allenamenti, poiché Mandzukic è fermo praticamente da 4-5 mesi. “Non giocare? È stato qualcosa di nuovo per me, ma sono stato un guerriero per tutta la mia carriera. Ho lavorato duro per tenermi in forma. Ovviamente – conclude – ho bisogno di conoscere i miei compagni, ma mi sento bene”.

Guerriero e professionista esemplare, l’ex Bayern ha dato tanto e al contempo ricevuto tanto dai bianconeri. A leggere tra le righe le sue dichiarazioni con Maurizio Sarri o comunque con Fabio Paratici e Pavel Nedved qualcosa deve essere successo per addivenire ad un divorzio così burrascoso.