Manchester United a Torino per Emre Can, Rabiot e Demiral, ma la Juve…

Emissari degli inglesi ieri a Torino, ma Fabio PAratici ha chiuso loro la porta in faccia

manchester united emre can rabiot demiral

Emissari del Manchester United ieri all’Allianz Stadium di Torino per assistere a Juventus-Cagliari. Nel mirino degli inglesi ci sono ben tre calciatori della Juventus, ovvero Emre Can, Adrien Rabiot e Merih Demiral. I Red Devils sembrano aver aperto alla cessione di Paul Pogba a giugno, ma sono interessati oltre che ai soldi, ad alcuni elementi che attualmente vestono la maglia bianconera. E che gli inglesi vorrebbero portare subito in Premier League. Fabio Paratici, però, ieri allo stadio ha salutato cordialmente gli omologhi dello United, dopodiché ha confermato loro quello che aveva già detto prima in tv: il mercato della Juventus è chiuso fino a giugno.

Emre Can e Rabiot nel progetto Sarri

Emre Can non partirà e anzi dovrebbe essere inserito nella lista Uefa al posto di Sami Khedira, per il quale si attendono novità sul recupero dall’infortunio. Difficilmente il numero 6 sarà a posto prima di marzo e Sarri sembra sempre più convinto a tenersi l’ex Liverpool, anche perché la Juve riuscirebbe a cederlo solo svalutandolo rispetto ai 50 milioni della clausola rescissoria che sarà valida in estate. Discorso analogo per Adrien Rabiot, che fino a giugno non si muoverà perché il tecnico bianconero è convinto di poterlo sfruttare al meglio. Il francese effettivamente è in crescita e l’impressione è che su di lui si possa ancora lavorare molto, perché le qualità sono indubbie e atleticamente è in forte miglioramento.

Demiral intoccabile

Inutile aprire il discorso Demiral, infine, perché il turco è oggi il titolare di fianco a Bonucci per via dell’appannamento che sta vivendo de Ligt (parole di Sarri stesso). Nonostante sia valutato già 45 milioni e consentirebbe di mettere a bilancio una mega plusvalenza, l’ex Sassuolo non si muoverà da Torino né a gennaio né a giugno. Per i tifosi è il nuovo Montero, per Sarri un elemento imprescindibile. Il mercato di gennaio della Juve è finito con l’acquisto di Kulusevski e al massimo potrebbe partire Pjaca dopo gli addii di Perin e Mandzukic.