Interviste

Lippi: “Questa Juve ricorda la mia, un mix di grinta, organizzazione e qualità”

Scritto da Redazione JM

Marcello Lippi e la sua Juventus, quella del ciclo vincente e spettacolare sono sempre nei cuoi e negli occhi di chi ha avuto la fortuna di ammirare quella sorta di armata invincibile capace di imprese irripetibili. L’ex tecnico bianconero , nonché Ct campione del mondo nel 2006, è intervenuto oggi a ‘Calciomercato.com’ per dire la sua sulla nuova Juve di Antonio Conte, spesso paragonata alla compagine che vinse lo scudetto nella stagione 1994-95: "Sì, il paragone ci sta se pensiamo all'entusiasmo e alla grande voglia, che erano una caratteristica di quella squadra e che sembrano esserlo anche di questa. Conte era un trascinatore già in campo, ora è stato molto bravo a trasmettere il suo spirito al gruppo. Ma questa Juventus non mi sembra solo grinta, è anche organizzazione di gioco e valori tecnici. Senza questi elementi, la grinta da sola non basta".
A centrocampo, Conte può contare del direttore d’orchestra Andrea Pirlo, così come Lippi basava tutto il suo gioco su Paulo Sousa: "Sousa in quella stagione era il punto di riferimento del nostro centrocampo, come Pirlo lo è in questa Juventus. Andrea è ancora uno fra i migliori centrocampisti del mondo e lo sta dimostrando", ha concluso Lippi.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi